In streaming i filmati dell’ISRE

di Massimo Dotta

L’Istituto Superiore Regionale Etnografico (ISRE) è un centro di ricerca, studio e documentazione della vita sociale e culturale della Sardegna nelle sue manifestazioni tradizionali e nelle sue trasformazioni, ed è stato istituito dalla Regione Sarda nel 1972, anno centenario della nascita della scrittrice sarda Grazia Deledda. l’ISRE, con sede unica a Nuoro, porta avanti la propria missione in Italia e all’estero, attraverso molte attività.

In collaborazione con L’ISRE, Martedì 17 novembre 2020 alle 17,30 saranno visibili sul canale YouTube CSCUNLAOristano e nella pagina FB del Centro Servizi Culturali Oristano:
I Live curati dal CSC
L’ISRE e il cinema
40 anni in 40 minuti
Incontro con Ignazio Figus
(Responsabile del Settore Produzione Audiovisuale dell’ISRE)

L’Iniziativa si lega alla filosofia che fin dagli esordi contraddistingue le azioni dell’ISRE, cioè promuove la pratica dell’antropologia visuale come strumento di analisi e documentazione della vita sociale dell’isola e di dialogo con le culture di tutto il mondo.
La produzione audiovisiva e cinematografica, incentrata sulla vita e sulla cultura tradizionali della Sardegna, è realizzata dall’Ente sia attraverso il proprio personale sia mediante ricorso a incarichi esterni.

E’ previsto dal programma anche un interessante incontro con Ignazio Figus, responsabile del Settore Produzione Audiovisuale dell’ISRE. Per dare una piccola nota biografica su Figus possiamo dire che si è formato nella produzione documentaristica presso l’Istituto Superiore Regionale Etnografico (ISRE), dove lavora dal 1987 curando l’attività cinematografica dell’Ente. La sua prima regia è del 1996 con il documentario Giorni di Lollove, sulla descrizione delle feste e della vita quotidiana nella frazione di Nuoro. Seguono poi, nel 1997 Il Lino a Busachi, nel 2000 Toccos e Repiccos – Campanari in Sardegna, nel 2004 Dogon in Barbagia, con il racconto della permanenza di un gruppo di danzatori e musicisti Dogon a Mamoiada, nel 2008 Brokkarios – Una famiglia di vasai, nel 2014 con la collaborazione dell’antropologo Cosimo Zene realizza S’impinnu (Il voto) e nel 2017 conclude il progetto filmico “La Cena delle Anime” incentrato sul culto dei morti in Sardegna.

Filmografia:
Giorni di lollove ( isre, 1996), Intintos (isre, 1996), Il Lino a Busachi (ISRE, 1997), Il racconto dei nuraghi (centro studi culture mediterranee, 1997),
Mario Delitala, l’armonia totale dell’arte (Isre/Ilisso 1999), Toccos e repiccos. campanari in sardegna (isre, 2000), Altri Mari 2007 – Meticci in Sardegna e nel Mediterraneo (San Vero Milis, agosto 2007), Isole che parlano 2007 (Palau, settembre 2007), ETNOFONIE Incontri con le musiche dell’identità (Sassari, maggio 2009), Il pranzo. un giorno nella vita di giovanna (condiVisioni 2000), Cibo all’isre (isre, 2002), Giuseppe, pastore di periferia (condiVisioni 2004) Brokkarios, una famiglia di vasai (ISRE, 2008), Trittico Pastorale (condiVisioni 2008), Il Coraggio e la Poesia (Amm.ne Comunale di Ittiri /Ass.ne Pro Loco Ittiri 2010), S’impinnu (Il Voto) (ISRE 2014) e Ab Origine – biofilm (condiVisioni 2015).

Connettetevi sul canale YouTube CSCUNLAOristano, Martedì 17 novembre 2020 alle ore 17,30!

Commenta!

dieci + tredici =