Indagati Ugo Capellacci e Alessandra Zedda: presunta corruzione

L’ex governatore Ugo Capellacci, coordinatore di Forza Italia, appena eletto alla Camera dei Deputati e la sua collega di partito Alessandra Zedda sono stati iscritti nel registro degli indagati dai sostituti procuratori Diana Lecca ed Emanuele Secci

di Antonio Tore

 

La vicenda di cui sarebbero protagonisti i due politici è nata da una inchiesta su una bancarotta  e coinvolge anche Antonio Graziano Tilocca e Piero Sanna Randaccio, entrambi colleghi dello studio di commercialista di Capellacci.

Coinvolti anche un altro commercialista, Carlo Dessalvi, la cui posizione, comunque, sarebbe marginale e altre 4 persone.

L’accusa di corruzione, peculato, truffa e bancarotta a carico di nove persone ruoterebbe su fatti del 2013 in cui Capellacci avrebbe effettuato pressioni per far si che, attraverso il Fondo Zernike, arrivasse un finanziamento di 750.000 euro a una ditta priva, tuttavia, dei requisiti richiesti.

Capellacci avrebbe ricevuto, secondo i Pm, una tangente di 80.000 euro. All’epoca dei fatti Alessandra Zedda ricopriva il ruolo di Assessore all’Industria.

                                                                   Alessandra Zedda

 

Commenta!

9 + 13 =