La Giunta regionale stanzia 1,5 milioni per nuovi ecocentri

La Giunta, su proposta dell’assessora della Difesa dell’Ambiente Donatella Spano, ha oggi ripartito quasi 1,5 milioni di euro tra 23 Comuni isolani per la realizzazione di nuovi ecocentri o per il loro completamento.

“Le risorse sono stanziate a servizio del circuito pubblico di raccolta dei rifiuti urbani, naturalmente in coerenza con il Piano regionale dei rifiuti e la normativa del 2015 sulla green economy”, spiega l’assessora Spano, la quale ricorda le buone performance isolane in tema di raccolta differenziata e il traguardo da raggiungere: “Abbiamo un obiettivo importante: quello di raggiungere a fine 2022 una soglia pari all’80 per cento di raccolta differenziata”.

I Comuni finanziati sono Alà dei Sardi, Anela, Ardara, Baressa, Baratili San Pietro, Benetutti, Buddusò, Cheremule, Codrongianos, Cuglieri, Lodine, Mores, Musei, Nule, Ollolai, Oristano, Palau, Sassari, Sarule, Seulo, Silius, Sorso e Tula.

Come annunciato ieri in Consiglio regionale dall’assessora Spano, il Comune di Sorso riceve inoltre uno stanziamento di 35mila euro, alla luce dell’eccezionalità dell’evento, per lo smaltimento del cetaceo spiaggiato a Platamona.

L’attribuzione degli stanziamenti prevede di destinare ai Comuni con meno di 15 mila abitanti le cifre di 80 mila euro per la realizzazione di nuovi centri di raccolta e di 40 mila per i completamenti di quelli esistenti. Nei Comuni con una popolazione pari o superiore alle 15mila persone sono in campo 120 mila euro per i nuovi ecocentri e 60 mila per terminare quelli già esistenti. Infine, per i Comuni con popolazione residente pari o superiore a 100 mila abitanti, previsti 300 mila euro per la realizzazione di nuovi centri di raccolta.

Commenta!

sei − cinque =