L’arrivo dello chef Aliaksandr Chykileuski chiude l’Anno della Cultura Bielorussa in Sardegna

L’alimentazione e le tradizioni culinarie di un popolo rientrano, a pieno titolo, nel concetto di “cultura”, ecco perché l’ultima manifestazione dell’Anno della Cultura Bielorussa in Sardegna è dedicata all’aspetto gastronomico.

di Antonio Tore

Il 18 e 19 dicembre sarà in Sardegna lo chef Aliaksandr Chykileuski https://goo.gl/Ax1CTX,  Capo dell’Associazione Professionale Nazionale Bielorussa degli Chef, (https://www.chefs.by/) .

Rappresentante di una dinastia culinaria giunta alla sesta generazione. Ha incominciato ad apprendere l’arte della cucina osservando il lavoro della madre-cuoca.

Ha iniziato la sua carriera come aiuto cuoco sino a divenire oggi il capo dell’Associazione professionale nazionale bielorussa degli chef. Ha gestito le cucine dei migliori ristoranti della capitale Minsk e della Bielorussia, ha ricoperto il ruolo di brand-chef di una nota rete di ristoranti/birreria.

Appassionato della cucina della sua patria, trova ispirazione nei prodotti stagionali locali e nelle loro insolite combinazioni. Studia attentamente la cucina bielorussa da molti anni, ripescando letteralmente “dalle profondità di secoli” antiche ricette. Cerca di portare una nota di modernità nei piatti tradizionali bielorussi, esperimenta con la cucina molecolare.

Giudice di concorsi culinari internazionali, autore di libri di cucina, insegnante di corsi di cucina amatoriale e professionale, partecipante regolare di programmi culinari televisivi e radiofonici.

E’ sicuramente fra i più quotati chef del suo paese con esperienza in tutta l’area post-sovietica, la sua cucina cerca sempre di valorizzare i prodotti locali e promuovere la salvaguardia delle antiche tradizioni, innovando, nel rispetto, però, dei tradizionali equilibri frutto della saggezza accumulate dalle precedenti generazioni.

Molto intenso il programma del soggiorno sardo del Capo dell’Associazione Professionale Nazionale Bielorussa degli Chef:

Il 18/12/2017 previsto l’incontro con una delegazione dell’Unione cuochi Regione Sardegna guidata dal Presidente Elia Saba, dove si prevede la firma di un protocollo d’intesa fra le due organizzazioni professionali finalizzato a favorire la collaborazione e la partecipazione reciproca alle manifestazioni culinarie organizzate nei due territori e sviluppare la cooperazione nei settori di reciproco interesse con particolare riferimento alla formazione e la promozione delle reciproche tradizioni culinarie a livello internazionale.

Lo specialista bielorusso sarà quindi ospite di una Master Class dedicata alle paste fresche tradizionali sarde. La giornata del 18 dicembre nell’ambito dell’Anno della Cultura Bielorussa si chiude con il Seminario “La cucina bielorussa fra tradizione e innovazione” che lo chef Chykileuski terrà alle 12:30 per gli allievi del Centro IFAL di Assemini.

Nella serata nella sede Ifal di Assemini  lo specialista sarà invece ospite di una importante  Seminario dal titolo “Differenze e analogie tra la Alimentazione Bielorussa e Sarda” nell’ambito del programma “Alle  frontiere della Longevità” promosso dall’Associazione Medicina Sociale e dal Centro di Ricerca sulla Alimentazione della Longevità.

Il 19/12/2017 la visita al mercato civico di San Benedetto di Cagliari dove lo specialista bielorusso seguito da una troupe di una nota trasmissione televisiva, racconterà a beneficio degli spettatori, quali siano i prodotti facilmente acquistabili in Sardegna più adatti per preparare a casa propria alcuni dei piatti più tradizionali della Belarus.

L’istituto d’istruzione superiore “Azuni” sede coordinata di Pula, ospiterà una Master Class che prevede la preparazione di tre ricette della tradizione bielorussa: kolduny, tvorozhnye batonchiki, mochanka con draniki, alla quale seguirà la presentazione e preparazione di una ricetta di haute cuisine: “filetto di maiale con salsa dalla corteccia di quercia, gelatina di carote, arance e pappa di miglio”. Infine lo chef proveniente dalla Repubblica Belarus sarà ospite di un laboratorio dedicato alla preparazione di alcuni dolci sardi.

Quest’ultima iniziativa dell’Anno della Cultura Bielorussa si tiene grazie al contributo della Fondazione di Sardegna e il Patrocino della Presidenza della Regione Sardegna, del Presidente del Consiglio Regionale della Sardegna, dell’Ambasciata della Repubblica Belarus in Italia, l’elaborazione progettuale dell’Associazione Sardegna Belarus e gode del sostegno e la collaborazione di numerose organizzazioni della nostra Isola

 Sono stati oltre 180 gli artisti bielorussi che nel 2017 si sono esibiti con grande successo nell’Isola. Fa particolarmente piacere sottolineare che una iniziativa così ricca di manifestazioni è stata possibile grazie alla collaborazione di tante associazioni, enti ed amministrazioni di tutta la regione e al contributo determinante degli artisti ed organizzazioni bielorusse, che in molti casi, hanno sostenuto interamente le spese di viaggio o addirittura in alcuni casi specifici persino le spese di soggiorno, rendendo così possibile la realizzazione di così tante iniziative in Sardegna.

PALMARES DELLO CHEF BIELORUSSO ALIAKSANDR CHYKILEUSKI

Nel 2017 ha partecipato al festival gastronomico più grande di Francia “Les Etoiles de Mougins”  http://lesetoilesdemougins.com/  dove con la sua Master Class è risultato nella TOP 15 sui 120 chef internazionali partecipanti.

Nel 2016 è stato giudice del concorso culinario internazionale Open Ukrainian Culinary Cup di Leopoli (Ucraina),  nel 2015 e 2016 ha ottenuto il primo posto nella classifica a squadre, e medaglia d’oro e d’argento nelle competizioni individuali del concorso internazionale «BestCookFest» (Ucraina, Kiev), nel 2013 medaglia d’argento e di bronzo  dell’International Kremlin Culinary Cup (Russia, Mosca,),  nel 2009 vincitore del concorso culinario internazionale dell’Azerbaijan,  (Baku),  vincitore di numerosi premi e riconoscimenti nei concorsi nazionali di arte culinaria nel proprio paese, nel 2008 è stato membro della squadra nazionale della Repubblica di Belarus  alle Olimpiadi culinarie organizzate  a Erfurt in Germania.

Commenta!

1 × 2 =