L’ultimo acquisto del Cagliari, Klavan: “Qui per costruire qualcosa di importante”

Dal sito del Cagliari Calcio, le prime parole in conferenza stampa dell’ultimo acquisto rossoblù Ragnar Klavan, proveniente dal Liverpool. Il difensore estone si dice pronto a dare una mano al Cagliari per la lotta per la salvezza

di Antonio Tore  

“Il nuovo acquisto rossoblù, Ragnar Klavan, è stato presentato oggi alla stampa. Primo giocatore estone a calcare i campi della Serie A (“Per me un onore essere portabandiera di un piccolo Paese come il mio, spero che venga conosciuto meglio e apprezzato attraverso le mie prestazioni sportive”), ha scelto di indossare la maglia numero 15. “La stessa che ho sempre portato in Nazionale. Al Liverpool ho ripiegato sul 17 perché il 15 era occupato da Daniel Sturridge”.

PERCHÉ IL CAGLIARI
“Durante l’estate ho ricevuto diverse proposte ma il Cagliari è stata la mia prima opzione. Il progetto societario mi ha subito convinto, è stato uno dei motivi principali per i quali sono qui. Ho parlato con compagni che hanno giocato in Serie A, tutti mi hanno riferito ottime cose sulla squadra e sull’ambiente. Ho avuto anche una breve conversazione con Darijo Srna, anche lui mi ha assicurato che qui sarei stato bene. Giocare in Serie A è sempre stato il mio sogno, sono cresciuto nel mito di Zinedine Zidane quando militava nel campionato italiano”.

LA LOTTA PER NON RETROCEDERE
“Arrivo da una squadra come il Liverpool abituata a lottare per vincere trofei, ma nella mia carriera ho avuto anche modo di conoscere l’altro lato della medaglia, ovvero di giocare per non retrocedere. Il Cagliari mi ricorda l’Augsburg, la squadra tedesca dove ho militato qualche anno fa: un club il cui obiettivo era salvarsi. Al termine della terza stagione siamo arrivati quinti, qualificandoci per l’Europa League. Questo per dire che nel calcio nulla è impossibile, se il gruppo è compatto e si gioca col giusto spirito”.

LE CARATTERISTICHE DI GIOCO
“Sono un difensore che ama giocare la palla, credo che sia uno dei punti forti del mio repertorio, ma penso di essere valido anche in fase di marcatura. Uno dei miei modelli è stato Paolo Maldini: ho sempre ammirato la calma e la serenità con cui giocava il pallone, ho cercato di avere in campo il suo stesso atteggiamento”.

I SALUTI DEL LIVERPOOL
“Sia il tecnico Klopp che i compagni e i tifosi hanno speso belle parole per me, mi fa piacere perché vuol dire che in due stagioni mi sono fatto apprezzare. Quando arrivai al Liverpool c’era un po’ di scetticismo intorno a me, ma ho sempre creduto in me e nelle mie capacità. Ora sono al Cagliari e vorrei aiutare a costruire qualcosa di importante, per il club, per i tifosi e per la città”.

(La foto in copertina è tratta dal sito del Cagliari Calcio)

Commenta!

dodici − 2 =