Lunedì 28 maggio prende il via la raccolta porta a porta a Pirri, al Cep e nel quartiere Europeo

In Municipio il sindaco Zedda e l’assessora Medda presentano la seconda fase del nuovo sistema di raccolta differenziata dei rifiuti. A definire alcuni importanti aspetti tecnici della raccolta differenziata presenti Roberto Montixi, dirigente del Servizio Igiene del suolo, insieme ai funzionari Monica Zicca e Andrea Cossu

di Antonio Tore

Più di 25mila cagliaritani e un migliaio tra imprese, studi professionali e attività economiche, a Pirri, al Cep e nel quartiere Europeo: è questa la misura della seconda fase del porta a porta, il piano di introduzione progressiva del nuovo sistema di raccolta differenziata di Cagliari. “Il servizio partirà lunedì 28 maggio”, ha annunciato l’assessora Claudia Medda. In arrivo anche maggiori controlli, ma anche l’aiuto da parte del personale del Comune per conferire correttamente i rifiuti perché nel giro di pochi giorni saranno ritirati i cassonetti dalle strade.

“Con l’attuazione di questa fase – fa sapere il sindaco Massimo Zedda leggendo i dati raccolti dal Servizio Igiene del suolo – aumenterà ulteriormente la quota della differenziata che, grazie agli abitanti (circa 15mila) del Poetto, La Palma, Mulinu Becciu e Monreale in cui il porta a porta è partito lo scorso 9 aprile, è passato in soli due mesi dal 29 al 35 percento”.

E al di la dei benefici ambientali e per la salute, in termini economici ciò significa meno scarti non recuperabili da inceneriti a Macchiareddu al costo di circa 13milioni di euro all’anno (170 euro, oltre l’IVA), maggiori quantità di materiali riciclabili vendibili. Ma anche “maggiori introiti derivanti dall’emersione dell’evasione della TARI” e in proiezioni futura “riduzione delle tasse”.

Nel frattempo continua la distribuzione dei contenitori necessari per differenziare plastica, vetro, latta, organico e secco (sin ora ne sono stati consegnati quasi 49mila). Nelle prossime settimane saranno infatti interessate sia le famiglie, che i condomini al quartiere Bonaria, Sant’Avendrace e via via negli ultimi quartieri rimasti.

“Aumentano anche i servizi online sul sito dedicato cagliariportaaporta.it”, ha spiegato l’assessora alle Politiche per il decoro urbano ai tanti giornalisti chiamati oggi a raccolta al secondo piano del Municipio di via Roma. “Dal 10 giugno sarà attivato il Portale del cittadino. Registrandosi (bastano un indirizzo email e il codice identificativo della bolletta) si potrà, a esempio, prenotare il ritiro a domicilio gratuito dei rifiuti ingombranti”. Resterà comunque sempre attivo il numero verde 800533122 del Centro Informazioni di viale Ciusa 133.

“In vista della stagione estiva – ha concluso Claudia Medda – sono operativi dal 25 aprile i servizi previsti nell’appalto e destinati alle spiagge cagliaritane. In particolare, lo svuotamento dei cestini portarifiuti sul lungomare del Poetto due volte al giorno e la pulizia quotidiana degli arenili del Poetto, di Sant’Elia e di Giorgino”. Previsto da giugno il posizionamento delle isole ecologiche anche sull’arenile.

Per Paolo Secci, presidente della Municipalità, “il porta a porta sarà ben accolto a Pirri anche grazie agli incontri pubblici in cui gli esperti incaricati dal Comune hanno illustrato il corretto conferimento dei rifiuti e risposto alle domande dei cittadini”.

Commenta!

uno + diciotto =