Nessun insetto può essere utilizzato come cibo senza autorizzazione preventiva

Sicurezza alimentare, l’assessorato della sanità precisa che il “Ministero conferma il divieto di utilizzo degli insetti come alimento senza una preventiva autorizzazione della Commissione Europea”

di Antonio Tore

In Italia non è ammessa alcuna commercializzazione di insetti e, di conseguenza, neanche l’utilizzo di questi o di loro derivati.

Lo precisa il Servizio di Sanità pubblica veterinaria e sicurezza alimentare dell’ assessorato della Sanità.

Il Ministero della Salute, anche a seguito di richiesta da parte delle Regioni e per notizie circolate sugli organi di informazione, ha chiarito che tutti i prodotti che rientrano nelle categorie definite dal Regolamento dell’Ue entrato in vigore dal 1 gennaio di quest’anno, sono considerati “ novel food” e, per un eventuale impiego alimentare, devono avere una preventiva autorizzazione dalla Commissione europea.

Ad oggi, sottolinea il Ministero, nessuna specie di insetto è autorizzata ad un impiego alimentare.

Alcuni Stati membri dell’Ue hanno ammesso a livello nazionale la commercializzazione di qualche specie di insetto in un regime cosiddetto di tolleranza: ma, per poterne consentire la libera circolazione sul mercato Ue, occorre una autorizzazione.

L’Italia non ammette alcun tipo di commercializzazione di insetti e loro derivati, né l’utilizzo come alimento.

Commenta!

venti − nove =