a Palazzo  Chigi tavolo tecnico su vertenze industriali e servitù militari in Sardegna

Al centro dell’attenzione le prospettive della chimica verde a Portotorres, il futuro del polo di Ottana e il caso della Keller di Villacidro. Regione e Governo hanno preso atto che altre vicende industriali, come Alcoa ed Eurallumina

redazione

Regione e Governo, in base al metodo e al percorso delineati dal presidente Pigliaru e dal capo del Governo Paolo Gentiloni lo scorso 18 febbraio, hanno avviato a Palazzo Chigi il tavolo tecnico sulle principali vertenze industriali e sulle problematiche legate alla presenza militare in Sardegna.

Lo staff di  Pigliaru ha incontrato la delegazione della presidenza del Consiglio dei Ministri. Al centro dell’attenzione le prospettive della chimica verde a Portotorres, il futuro del polo di Ottana e il caso della Keller di Villacidro. Regione e Governo hanno preso atto che altre vicende industriali, come Alcoa ed Eurallumina, si stanno sviluppando attraverso tavoli che sono in una fase avanzata. Sono state avviate inoltre  le interlocuzioni relative alla riduzione delle servitù militari, agli indennizzi a favore delle marinerie e ai contributi per i comuni maggiormente oberati.

Il tavolo tecnico proseguirà il suo lavoro, su crisi industriali e servitù militari, per delineare soluzioni politiche entro la fine di questo mese.

Si é inoltre preso atto che il confronto politico sulle questioni attinenti alla finanza pubblica e sull’avvio dei progetti a La Maddalena, va avanti, il dialogo  secondo quanto concordato da Pigliaru e Gentiloni.

Commenta!

uno × quattro =