Il Pendolino Cagliari-Sassari raggiungerà i 180 km/h

Sabato 18 novembre e domenica 19 sarà attivato il Scmt (Sistema di Controllo Marcia Treno) tra Ozieri-Chilivani e Porto Torres che consentirà, una volta completati gli altri segmenti della rete, di compiere il tragitto da Cagliari a Sassari in due ore.

di Antonio Tore

Quella che sembrava una chimera, sta invece diventando realtà e cioè far raggiungere la pendolino la velocità di 180 chilometri allora, accorciando notevolmente i tempi necessari per coprire la distanza tra il capoluogo e la città turritana.

Sabato 18 e domenica 19 novembre sarà attivato il Sistema di Controllo Marcia Treno (Scmt) tra le stazioni di Ozieri-Chilivani e Porto Torres Marittima.

Il sistema citato, dialogando con il computer di bordo del treno, consente l’aumento della velocità e incrementa la sicurezza grazie all’arresto automatico in caso di mancato rispetto di semafori rossi o altre anomalie di percorso.

L’intervento di potenziamento tecnologico ed infrastrutturale costa 12 milioni di euro ed è stato progettato e realizzato da Rfi e segue quelli già completati sulla Oristano-Macomer e sulla Macomer- Ozieri/Chilivani, portando la copertura del sistema al 45% dell’intera rete sarda (che raggiunge circa 185 km).

Entro il primo semestre 2018 il sistema sarà attivo anche sulla Chilivani-Olbia e sulla Decimomannu-Iglesias-Carbonia.

Rfi comunica che, per poter eseguire i lavori il 18 e il 19 novembre verrà sospesa la circolazione nelle tratte indicate e tutti i treni tra Porto Torres, Sassari e Ozieri/Chilivani saranno cancellati e sostituiti con bus, che partiranno dai piazzali antistanti le stazioni (ad eccezione di Su Canale, Oschiri e Ploaghe).

In fasi successive sarà realizzato  l’apparato centrale computerizzato multistazione sulla linea Cagliari-San Gavino-Oristano, un impianto che controlla in contemporanea più stazioni e le relative tratte.

Commenta!

diciannove + uno =