Presidio a Cagliari dei minatori della Fluorite di Silius

Un presidio dei lavoratori davanti all’assessorato regionale dell’industria dei Minatori Fluorite Silius contro paventati esuberi da parte dell’azienda

di Antonio Tore 

Dopo la comunicazione dell’azienda dell’avvio della procedura per 12 esuberi, in attuazione delle norme del Decreto Madia sulle “eccedenze” di lavoratori nelle società pubbliche, i lavoratori hanno dato inizio ad un presidio davanti all’assessorato regionale dell’industria a Cagliari.

La USB, Unione Sindacale di Base, ha denunciato, attraverso le parole del segretario Federico Angius “l’ennesima riduzione di personale, annunciata dall’azienda, nel momento in cui i dipendenti  dovrebbero passare a Igea Spa, ma, con una mancanza di criteri oggettivi che mettono a rischio decine di posti di lavoro. L’incontro odierno con il capo di gabinetto dell’assessore, ha costituito un passo avanti, ma sarà necessario un approfondimento che verrà effettuato dagli uffici”.

Attualmente i minatori che lavorano all’interno della Fluorite di Silius sono circa cinquanta e lavorano tra la miniera e la laveria.

Lo scorso anno, la messa in sicurezza della laveria è stata al centro di uno scontro tra il sindaco di Assemini e la Regione.

Commenta!

cinque + 1 =