Primi risultati per il futuro degli insegnanti diplomati

Il Miur aspetta il parere dell’Avvocatura dello Stato prima di prendere qualsiasi decisione per il futuro dei docenti. La posizione della Flc Cgil su insegnanti con diploma magistrale.

di Antonio Tore

“L’impegno del Miur di aspettare il parere dell’Avvocatura dello Stato prima di prendere qualsiasi decisione sul futuro degli insegnanti diplomati magistrali è un primo risultato che consente anche di approfondire la questione in un tavolo tecnico per trovare le dovute soluzioni”: lo ha detto il segretario regionale della Flc Cgil Ivo Vacca dopo l’incontro convocato a Roma ieri per discutere delle ricadute della sentenza del Consiglio di Stato in base alla quale gli insegnanti con diploma magistrale conseguito nel 2001-2002 non hanno diritto all’inserimento nelle graduatorie ad esaurimento.

“L’impegno ad un approfondito esame della situazione prima di decidere in che modo dare seguito alla sentenza – ha aggiunto Ivo vacca – è  una presa d’atto della complessità della vicenda”. La sentenza del Consiglio di Stato infatti, mette a rischio non solo  i contratti a tempo determinato ma anche quelli a tempo indeterminato: “L’accordo sottoscritto ieri permette, invece, di aprire un tavolo tecnico tra sindacati e Miur per la ricerca di soluzioni utili ad affrontare in via definitiva  un problema che genera preoccupazione fra i lavoratori e mette a rischio lo stesso funzionamento del sistema scolastico pubblico”. La Flc vigilerà affinché nessun lavoratore venga danneggiato e si trovi una soluzione definitiva che salvaguardi le posizioni e i diritti di tutti.

Commenta!

due × 4 =