“Saludi a totus, mi narant Pierluigi e fueddu su Sardu”

Pierluigi Petrini, classe 1988, racconta la lingua Sarda a tutti, abitanti dell’isola e stranieri, attraverso i social

di Daniela Puggioni

 

Non chiamatelo dialetto!

Che la lingua sarda sia ormai un tesoro inestimabile, è cosa ben nota. Meno noto è invece che la sua diffusione tra gli abitanti dell’isola stia affrontando oggi una rinascita per mano di una fetta di popolazione insospettabile, i giovani. Tra questi, Pierluigi Petrini, classe 1988, sta facendo della lingua sarda un impegno quotidiano ed una missione.

Nato a Cagliari, come tanti suoi coetanei, è cresciuto in un ambiente familiare di lingua italiana, e per lui il Sardo era una lingua lontana, parlata soltanto dalla famiglia di sua madre, ma che non gli era mai stata tramandata. Eppure, durante i suoi anni vissuti a Berlino, una nuova necessità cominciò a farsi strada in lui: riappropriarsi della lingua materna. Dopo una vita da viaggiatore del mondo, oggi Pierluigi parla fluentemente sette lingue e crede fermamente in una Sardegna bilingue.

Il prossimo 15 Settembre uscirà “Language is the Truth”, il suo primo libro scritto in inglese, contenente però dialoghi in Sardo ed altre lingue come Spagnolo, Tedesco e Portoghese. Il romanzo, però, è solo un tassello di un progetto molto più ampio. Già collaboratore di “Lingua bìa”, Pierluigi contribuisce all’organizzazione di corsi di lingua sarda, con grande successo tra diverse fasce della popolazione. I suoi allievi sono giovani desiderosi di conoscere la lingua dei propri genitori ed antenati, adulti che invece hanno ricevuto una educazione al Sardo passiva e vogliono diventare più consapevoli ed attivi, ragazzi e ragazze attratti dalla sua musicalità, o appassionati di lingue. Tanti sono però stranieri, che ritengono la lingua uno strumento fondamentale per comprendere la ricchezza culturale dell’isola.

A tutti, ma soprattutto a questi ultimi, è dedicato l’impegno online del giovane cagliaritano. Attraverso la pagina Facebook “Multilingualuigi” e l’account Instagram @multilingualuigi1, è possibile infatti scoprire curiosità della lingua sarda, significati, termini poco conosciuti o modi di dire, attraverso una attenta ricerca che si appoggia alla lingua italiana, a quella inglese e tante altre.

Il messaggio del grande lavoro di Pierluigi è uno e semplice: che sia Sardu, Gadduresu, Tabarchnu, Cadelanu o Tataresu, tornate alle vostre origini e riscopritevi cittadini bilingue. Come egli stesso racconta, nella macrovariante campidanese: “Una sotzietadi bilìngua/multilinguas est una sotzietadi prus abista, chi candu tenit unu problema circat de agatai una solutzioni invecias de si chesciai de su problema sceti”.

Commenta!

6 + dieci =