Sanità, 81 milioni per l’adeguamento delle strutture sanitarie

Oltre 81 milioni di euro per 74 interventi di messa a norma antincendio del patrimonio edilizio sanitario regionale. Li ha deliberati la Giunta su proposta dell’assessore della sanità, Luigi Arru, e a seguito di una ricognizione su tutti i presidi del territorio.

di Antonio Tore

“Facciamo un grande sforzo finanziario per rimediare allo stato di inadeguatezza delle strutture sanitarie rispetto agli standard di sicurezza imposti dalla normativa antincendio, con particolare riferimento agli obblighi di prevenzione incendi per la progettazione, la costruzione e l’esercizio delle strutture sanitarie pubbliche e private,” spiega Arru.

La ricognizione, sottolinea l’assessore, “ha riguardato anche le strutture della ASSL di Nuoro (nelle more della definizione del contenzioso sul contratto di Project Financing) dove sono stati presi in considerazione solo quegli interventi di messa a norma antincendio non previsti dal contratto. Successivamente alla formalizzazione della sentenza sul contenzioso, prevista per il mese di settembre, si procederà al completamento della ricognizione e alla successiva programmazione degli interventi di messa a norma antincendio in tutti i presidi presenti nel territorio della ASSL di Nuoro”.

Ad agosto del 2016 la Giunta ha approvato il documento per l’attuazione del Programma investimenti, finalizzato all’adeguamento alla normativa antincendio delle strutture sanitarie del SSR, che prevedeva la realizzazione di 60 interventi di messa a norma, per una spesa complessiva di circa 56 milioni.

Per mezzo delle risorse stanziate con la delibera CIPE n. 16 dell’8 marzo 2013 (€ 2.609.200) ha trovato immediata copertura economica solo una minima parte degli interventi ricompresi nel programma, mentre i restanti interventi avrebbero dovuto trovare copertura mediante futuri stanziamenti statali. Considerata l’incertezza dell’entità e dei tempi di questi trasferimenti, valutata l’urgenza e l’indifferibilità dell’opera di messa a norma antincendio, si è scelto di finanziare con fondi regionali tutti gli interventi urgenti.

Per quanto attiene alle procedure per l’erogazione dei finanziamenti e per il monitoraggio degli interventi, i singoli interventi di edilizia sanitaria compresi nel programma saranno attuati con la stipula di una convenzione con le Aziende Sanitarie, con un cronoprogramma procedurale e finanziario relativo ad ogni intervento, Gli 81 milioni saranno ripartiti secondo la seguente tabella: ASSL Sassari EURO 15.888.500; ASSL Olbia EURO 3.090.000; ASSL Nuoro EURO 804.000; ASSL LANUSEI EURO 5.300.000; ASSL Oristano EURO 13.979.310; ASSL Sanluri EURO 1.774.064; ASSL Carbonia EURO 4.314.680; ASSL Cagliari EURO 4.107.000; AO BROTZU EURO 20.819.585; AOU  SASSARI EURO 8.060.000; AOU  CAGLIARI EURO 3.500.000.

 

Commenta!

quattordici + undici =