Sardegna a tavola : la mini anguria “Gavina” continua la sua brillante ascesa

A Terralba viene coltivato dal 2007 questo prodotto sardo di qualità. La sua dimensione e la sua dolcezza ne fanno un prodotto difficilmente rimpiazzabile

di Annalisa Pirastu

Si chiama Gavina l’anguria piccola, sempre dolce e senza semi che è il prodotto di punta dell’azienda sarda Agricola Campidanese di Terralba, in provincia di Oristano. Ha una produzione annua di circa 1.500 tonnellate e pesa al massimo 2,5 kg, in genere meno. La sua coltivazione segue i ritmi naturali di questo frutto ed è disponibile da giugno a settembre.

E’ nata nel 2007 e da allora serve il mercato nostrano ma anche il mercato estero. L’anguria enorme che portavano al mare i nostri genitori sarà forse, negli anni a venire, un prodotto di nicchia. La  qualità di Gavina è superiore a quella delle grandi angurie ed è garantita sempre dolce, croccante e succosa.

Si trova sia nella grande distribuzione che nei piccoli punti vendita. Il prezzo è leggermente superiore a quello di un anguria normale ma non eccessivo.

Commenta!

15 − tre =