Serie A: Il Cagliari abbatte il Chievo Verona per quattro reti a zero. Successo scaccia critiche per i rossoblù

Risultato mai in discussione per gli uomini di Rastelli, ipotecato virtualmente dopo quindici minuti. Lo stesso mister, a fine gara, ha evidenziato il fatto che, al contrario delle ultime uscite casalinghe, non ha nulla da rimproverare ai suoi ragazzi

di Giorgio Capra

Il Cagliari affonda il Chievo Verona con il sonante punteggio di quattro reti a zero, grazie alle reti di Borriello (10′), Sau (15′) e Joao Pedro (40′ e 90′) che torna al successo davanti al proprio pubblico dopo tre mesi. Risultato mai in discussione per gli uomini di Rastelli, ipotecato virtualmente dopo quindici minuti. Lo stesso mister, a fine gara, ha evidenziato il fatto che, al contrario delle ultime uscite casalinghe, non ha nulla da rimproverare ai suoi ragazzi.

Questa volta, ciò che ha colpito maggiormente, è la determinazione messa in campo dalla squadra sin dal primo minuto, atteggiamento che non si vedeva dal match contro il Bologna, alla quale fecero seguito tre prestazioni poco esaltanti, sotto il profilo dell’ approccio alla gara, contro Inter, Lazio e Torino.

Altra nota estremamente positiva, è la quasi totale assenza di cali di concentrazione. Infatti i rossoblù, al contrario di quest’ oggi, durante questa stagione, spesso si sono resi protagonisti di amnesie difensive costate molto care ai fini del risultato finale; mentre contro i veneti questa tendenza è venuta meno (solo in due circostanze la squadra ha rischiato di capitolare, una volta ci ha pensato Rafael, un’ altra il palo), per quanto ci sia ancora da migliorare.

Per il resto, è giornata di glorie personali: Sau interrompe il digiuno che durava da circa quattro mesi, Borriello raggiunge quota quindici marcature (vincendo così la sfida lanciatagli da Bobo Vieri) e Colombi esordisce in serie A, nessun modo migliore per scacciare le critiche e andare in vacanza.

 

 

 

Commenta!

5 − quattro =