Sportello Inps “Voce per sordi”

Il servizio è gestito prevalentemente da dipendenti sordi, adeguatamente formati e addestrati, che si interfacciano con l’Utenza attraverso l’uso della Lingua Dei Segni Italiana (LIS) ed + dedicato esclusivamente a questa categoria di utenti.

 di Antonio Tore

 Tra i diversi servizi offerti dall’Inps agli utenti, ne esiste uno creato per facilitare l’accesso dei sordi alle prestazioni istituzionali: “SPORTELLO VOCE PER SORDI”.

Il servizio è gestito prevalentemente da dipendenti sordi, adeguatamente formati e addestrati, che si interfacciano con l’Utenza attraverso l’uso della Lingua Dei Segni Italiana (LIS) ed + dedicato esclusivamente a questa categoria di utenti.

In Italia ci sono, attualmente, oltre 42.000 utenti Inps con disabilità uditive, che possono comunicare  utilizzando solamente la “Lingua dei Segni Italiana (LIS)” e il Linguaggio Labiale.

Lo Sportello Voce Inps per Sordi ha preso avvio grazie ad una iniziativa della Direzione Centrale Organizzazione e, dopo un periodo di sperimentazione, svolto presso alcune strutture territoriali, si sta diffondendo progressivamente sull’intero territorio nazionale.

Nelle sedi in cui l’iniziativa è stata già attivata, a tutti gli utenti sordi L’Inps ha inviata una comunicazione informativa sul  servizio, nella quale viene anche indicato un indirizzo mail al quale far riferimento per poter richiedere un appuntamento per avere informazioni circa lo stato di una pratica riguardante la persona interessata.

A circa 2 anni dall’apertura dello sportello, sono state già inviate agli utenti circa 8.000 lettere informative del servizio ed effettuate oltre 1.500 pratiche amministrative di vario livello di complessità. Nelle sedi in cui non vi è la presenza di un dipendente sordo, gli appuntamenti vengono gestiti a distanza attraverso un collegamento video con un operatore in altra sede che conosce l’uso del Linguaggio dei Segni (LIS).

Lo Sportello Voce per Sordi è attualmente attivo in 32 Strutture periferiche dell’Inps e prcisamente nelle regioni Abruzzo, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria, Veneto (le successive aperture verranno tempestivamente comunicate dall’Istituto di Previdenza): un segnale forte di sensibilità e di sostegno a favore di una delle categorie sociali più svantaggiate dal punto di vista della comunicazione.

Gli utenti che geograficamente appartengono alle sedi Inps della Sardegna e che intendono utilizzare i servizi dello “Sportello Voce Inps per Sordi” (con supporto Lingua dei Segni Italiana), anche se non hanno ancora ricevuto la specifica comunicazione, possono comunque richiedere un appuntamento inviando una mail al seguente indirizzo email: sportellovoce.cagliari@inps.it

Commenta!

7 + undici =