Cagliari: aggrediscono il titolare   di una bancarella del mercatino di viale Trento dopo essersi impossessati di alcuni oggetti

Si tratta di Osumana Sanneh  18enne e Buba Serrkunda  21enne, entrambi gambiani, arrestati  per il reato di rapina impropria aggravata

di Antonio Tore

Gli Agenti della Squadra Volante hanno tratto in arresto Osumana Sanneh  18enne e Buba Serrkunda  21enne, entrambi gambiani, per il reato di rapina impropria aggravata. L’episodio è avvenuto verso le  10 di ieri quando  sono giunte diverse chiamate al 113  che segnalavano una rissa nel  mercatino di viale Trento. Giunti sul posto gli  equipaggi della Squadra Volante hanno accertato  che il proprietario di una bancarella,  poco prima, era stato aggredito da tre stranieri che stavano rubando della merce esposta.

In particolare, uno di loro, si era impossessato di un orologio  ma, notato dal titolare della bancarella, lo aveva restituito. I tre in un primo momento si sono allontanati per poi fare ritorno ricominciando a trafficare con la merce esposta. L’uomo si accorgeva che uno degli stranieri indossava al polso un braccialetto, che si trovava in esposizione nella mattinata stessa, chiedendone l’immediata restituzione. Il giovane ha rifiutato tentando di fuggire ma è stato trattenuto; ne è nata una colluttazione nella quale si è intromesso un altro straniero, per facilitarne la fuga. Una persona che aveva assistito alla scena è giunta in soccorso ma è stata colpita con alcuni pugni al volto (riportando ecchimosi ed escoriazioni) da uno dei giovani, che sono riusciti così ad allontanarsi e far perdere le tracce.

Gli Agenti, ricevute le descrizioni somatiche e di abbigliamento solo di due dei tre coinvolti nella rissa, sono andati alla loro ricerca rintracciandoli mentre si trovavano alla fermata dell’autobus. Immediatamente bloccati ed identificati, su disposizione del Pm di turno, sono stati arrestati e portati    nel carcere  di Uta.

Commenta!

16 − 13 =