A Cagliari diminuiti del 40% gli infortuni stradali

Presentato il report dei lavori fatti sulle strade, grazie alla collaborazione dei cittadini. Il sindaco Massimo Zedda: “In città sono diminuiti di oltre il 40% gli infortuni stradali causati dalle buche”

di Antonio Tore

Continua l’esperienza del global service con la segnalazione da parte dei cittadini di buche e sconnessioni lungo le strade e i marciapiedi della città. La sinergia tra l’Amministrazione comunale e Cagliari Gestione Strade, il raggruppamento di imprese di cui è capofila la società Avr, ha prodotto ottimi risultati e ha permesso di dare una risposta concreta e rapida a quella che stava diventando un’emergenza.

Ad annunciarlo è stato il sindaco Massimo Zedda, con al suo fianco l’assessora alla Mobilità Luisa Anna Marras, che hanno presentato alla stampa la sintesi del lavoro svolto da novembre 2014, quando è partito l’appalto da 15 milioni di euro per la cura delle strade, da spendere in tre anni.

Sono stati oltre 139mila i metri quadri di strade riasfaltate (una cinquantina di grandi interventi), quasi 13mila le buche coperte, oltre 19mila metri quadri le nuove pavimentazioni per marciapiedi, 2200 i  chiusini messi in sicurezza o sostituiti, circa 200 gli interventi di risanamento di pavimentazioni con scavo, individuazione e sistemazione della causa del dissesto, posizionamento del nuovo sottofondo e del nuovo manto stradale. E poi ancora,  installazione di attenuatori d’urto sulle bretelle dell’Asse Mediano e sostituzione e messa in sicurezza di oltre un chilometro di barriere stradali.

“Tra i risultati conseguiti fondamentale è il dato sulla diminuzione di infortuni”, ha affermato il sindaco Zedda: nel triennio di attività, dal 2014 al 2017, con l’attivazione di Cagliari Gestione Strade il numero è risultato inferiore del 40% rispetto al triennio precedente (2012-2014). Ciò, significa “1,2 milioni di euro di risparmi per le casse comunali per premi assicurativi”, ma anche “1,2 milioni di euro da impiegare per migliorare ulteriormente i servizi al cittadino, in ambito sociale per esempio, culturale, produttivo, turistico e altri”.

Già bandito quindi il nuovo appalto, anche questo triennale. L’importo, circa 15milioni di euro, è rimasto invariato, come invariate sono rimaste le modalità di funzionamento del servizio: il numero verde gratuito 800 116 444 a disposizione dei cittadini, per segnalazioni e informazioni, con il call center attivo tutti i giorni 24 ore su 24, gli operai e i mezzi per il pronto intervento, il tempo d’intervento (22 minuti) e le squadre di sorveglianza stradale.

In aggiunta però, ci sarà la manutenzione delle caditoie. “In termini di risorse, nulla sarà però tolto agli altri lavori”, ha spiegato il Sindaco, ricordando i lavori recentemente realizzati dal Comune in tutti i quartieri della città e che permetteranno di conseguire non poche economie.

Nulla sarà tolto neanche agli interventi da realizzare nell’area di Pirri, ha assicurato Luisa Anna Marras. “A Pirri è assicurata un’attenzione particolare anche per prevenire il rischio idrogeologico”, ha detto l’assessora alla Viabilità illustrando i risultati raggiunti nel triennio 2014-2017, compresa la realizzazione del catasto strade, e gli obiettivi del prossimo. Intanto, sino a metà anno, in attesa dell’aggiudicazione del nuovo, con poco più di 2milioni andrà avanti l’appalto attuale e saranno garantiti tutti i servizi.

All’incontro era presente anche Guido Portoghese, presidente del Consiglio comunale, e il consigliere Aurelio Lai, suo vice, che hanno rimarcato il ruolo dell’Assemblea di Palazzo Bacaredda per reperire in bilancio i 15milioni di euro necessari a garantire altri tre anni di global service.

 

 

Commenta!

13 + 10 =