Cagliari: i particolari dell’operazione della Polizia a Is Mirrionis

Scoperto un arsenale in via Baronia. Arrestata una coppia per detenzione di materiale esplosivo, di un fucile a canne mozze, di una pistola, proiettili e sostanze stupefacenti.

 di Antonio Tore

Gli investigatori della Squadra Mobile hanno arrestato Gionata Portas, 47enne cagliaritano, e Emanuela Belfiori, cagliaritana di 42 anni, entrambi pregiudicati, per i reati di detenzione di materiale esplosivo, di un fucile a canne mozze, provento di furto, di una pistola semiautomatica cal .9 e sostanza stupefacente di varia natura.

Nel corso di una mirata attività di osservazione i poliziotti hanno fatto irruzione in una abitazione di Via Baronia e nel corso delle operazioni di controllo hanno rinvenuto e sequestrato, nel balcone della camera da letto all’interno di un lenzuolo arrotolato:

  • Nr.1 pistola calibro 9 marca BONIFACIO ECHEVERRIA EIBAR, modello “Star” matricola 06573, priva di caricatore;
  • Nr.1 busta in cellophane di colore bianco contenente Nr.4 proiettili calibro 9 x 21;
  • Nr.16 proiettili calibro 7,65;
  • Nr.4 proiettili calibro 9;
  • Nr.3 proiettili calibro 380;

mentre all’interno della stessa camera da letto:

  • Nr.1 Fucile marca FAUSTI Davide – BREDA tipo doppietta calibro 20 con le canne mozzate, provento di furto consumato nel 2012.
  • Nr. 62 cartucce calibro 16 a pallini;

o          Nr.1 involucro con guaina di polietilene di colore bianco e di forma cilindrica, contenente gelatina dinamite del peso di 1,250 Kg

o          Nr. 1 miccia a lenta combustione con detonatore a miccia del numero 8 crimpato;

  • Nr.1 caricatore rifornito di Nr. 5 proiettili calibro 9;
  • 1 kg di sostanza stupefacente tipo hashish diviso in panetti
  • 2 kg di sostanza stupefacente tipo marijuana, suddiviso in diverse buste di cellophane.
  • Nr.1 bilancino elettronico di precisione marca MINI 2-200 perfettamente funzionante;
  • Nr.1 bilancia elettronica di colore bianco marca Quilive, perfettamente funzionante;

Vista la presenza del materiale esplodente sul posto è intervenuta anche una Squadra del Nucleo Artificieri che ha evidenziato un reperto balistico consistente in un involucro con guaina di colore bianco di forma cilindrica avente una lunghezza di circa 45 cm e 5 di diametro, in discrete condizioni di conservazione, contenente nitroglicerina, sensibile alle alte temperature. Materiale ritenuto di particolare pericolosità in grado di cagionare gravi danni a persone e cose.

Proseguono in modo attivo le attività d’indagine sul contesto indicato e sulla provenienza delle armi e del materiale esplosivo.

Commenta!

quattro × uno =