Cagliari: Parco di Monte Urpinu ancora ermeticamente chiuso

Interrogazione urgente dei Riformatori al Sindaco per conoscere i motivi della lunga chiusura del Parco

redazione

“Sono trascorsi ormai dieci giorni dal tornado di vento e pioggia che si è abbattuto sulla città di Cagliari e tutto è tornato alla norma…..tranne che nel Parco di Monte Urpinu”.
Lo denuncia il parlamentare cagliaritano dei Riformatori, Pierpaolo Vargiu, insieme ai due consiglieri comunali Giorgio Angius e Raffaele Onnis che hanno presentato un’interrogazione urgente al Sindaco.
“Da dieci giorni -proseguono i Riformatori- i cancelli del parco sono sprangati, mentre un cartello segnala che la chiusura è legata a motivi di sicurezza. Nessuna informazione sui tempi di riapertura e – apparentemente- nessuna attività di ripristino visibile all’interno”.
“La chiusura di Monte Urpinu – sottolineano i Riformatori – priva la città di un polmone verde salutistico per anziani e appassionati di passeggiate e di jogging e sottrae ai cagliaritani i parchi giochi per i bambini e le aree attrezzate per i cani”.
“Ma il disservizio del Comune- concludono i Riformatori, che chiedono l’immediato intervento del Sindaco- rischia di diventare addirittura un’intollerabile beffa: è infatti aperto il varco attrezzato di via Vidal, che consente l’ingresso all’intero parco che è invece definito “pericoloso” in tutti gli altri cancelli d’accesso!”.

Commenta!

venti + sedici =