Cagliari, piazza Yenne: il 5 maggio via ai lavori di riqualificazione – VIDEO

L’Assessore comunale Giovanni  Chessa assicura che i lavori partiranno il 5 maggio e  si concluderanno rapidamente. Prossimi appalti con la clausola di lavoro 7 giorni su sette

 di  Antonio Tore

La data prevista dalla delibera del Comune indicava il primo maggio come apertura di Piazza Yenne nella nuova veste, ma il mese di aprile è quasi trascorso senza che si siano visti operai al lavoro. La piazza, intanto, ha mantenuto l’aspetto di una zona brulicante di persone durante tutta  la giornata, frequentata anche da moltissimi turisti, soprattutto provenienti dalle navi di crociera, ormai abituali nel porto di Cagliari.

I gazebo nella attuale configurazione, accolgono, la notte, centinaia di giovani che amano stare in compagnia e non badano molto all’estetica o al bazar creato dai venditori ambulanti, né si preoccupano di aver lasciato la propria auto in seconda fila creando, quindi intralcio, alla circolazione. Si spera che, con le nuove regole che saranno applicate dopo la riqualificazione, la piazza possa essere vissuta dai cagliaritani in serenità e con rispetto e apprezzamento dei beni comuni. “Il ritardo –ha dichiarato l’Assessore Chessa, sentito in merito – è dovuto alla mancanza delle necessarie autorizzazioni burocratiche (compreso il parere della Soprintendenza, il cui intervento aveva spinto l’Amministrazione ad intervenire per la riqualificazione della piazza)”.

“Una volta superati tutti i percorsi burocratici – ha proseguito Chessa – il Comune si è impegnato per ottenere il parere favorevole della Soprintendenza e, una volta espletata la gara d’appalto (vinta da una impresa siciliana), sono stati cercati e condivisi gli accordi con i gestori degli esercizi commerciali per evitare, per quanto possibile, un rallentamento nelle loro attività, soprattutto in un periodo di inizio del periodo estivo e, quindi, di maggior afflusso di turisti e cittadini”.

La data  prevista per l’inizio dei lavori, quindi, è stata fissata al 5 maggio prossimo.

“E’ mio intendimento – ha concluso Chessa – inserire, per il futuro  nei bandi di appalto, la clausola che le imprese si devono impegnare ad eseguire i lavori per conto del Comune, sette giorni su sette e ventiquattro ore su ventiquattro, in modo da non danneggiare ulteriormente i commercianti, le cui attività, in ogni caso, subiranno rallentamenti a causa delle opere di miglioramento in città. Sono soddisfatto, comunque, che con gli esercenti attività in piazza Yenne siamo riusciti a raggiungere un’intesa per la condivisione di un percorso comune, anche tempistico, che renderà la piazza più bella e funzionale”. Guardate il Video.

Commenta!

quindici + 2 =