Cagliari: i Riformatori inaugurano simbolicamente  il parcheggio Piazza Nazzari

Riformatori: “Il parcheggio è  costato  6. Milioni  di euro nel 2006, i lavori si sono conclusi nel 2011, vitale per  le attività produttive del Mercato e di tutto il Compendio di San Benedetto, per i residenti e per lo stesso Teatro Lirico, ma  oggi è ancora chiuso”

 redazione

Protesta con inaugurazione simbolica e provocatoria  dei Riformatori dei parcheggi in Piazza Nazzari, finiti ma ancora ermeticamente chiusi,   a cui seguirà un’interrogazione urgente da parte dei consiglieri comunali del partito  al Sindaco Zedda e  anche  in Parlamento dal deputato   Pierpaolo Vargiu rivolgendosi al Ministro delle Infrastrutture.-

Questo il comunicato dei Riformatori:   

“Oggi Sabato 15 Luglio alle ore 10.30, i Consiglieri Comunali Raffaele Onnis e Giorgio Angius, insieme al deputato Pierpaolo Vargiu,  residenti e commercianti della zona, hanno simbolicamente “inaugurato” il Parcheggio “Piazza Nazzari”.

“Non è pensabile che un’opera pubblica costata 6.000.000,00 di euro finanziata nel 2006, i cui lavori si sono conclusi nel 2011, vitale per  le attività produttive del Mercato e di tutto il Compendio di San Benedetto, per i residenti e per lo stesso Teatro Lirico, sia oggi ancora chiusa. Per sensibilizzare l’amministrazione e risolvere questa gravosa situazione abbiamo presentato un’interrogazione urgente al Sindaco Zedda e  chiesto a Pierpaolo Vargiu di fare altrettanto in Parlamento rivolgendosi al Ministro delle Infrastrutture dichiara il Consigliere Raffaele Onnis che è anche residente e fondatore del Comitato “Miglioriamo San Benedetto”.

“I principali centri commerciali del bacino d’utenza dell’area metropolitana e della provincia di Cagliari sono posizionati nelle zone periferiche della città e fuori porta. Questi sono attrezzati con ampia disponibilità di parcheggio creando un vero e proprio filtro per i consumatori che prediligono la comodità del parcheggio garantito, libero e gratuito. La crisi economica e il fiorire dei suddetti centri commerciali hanno determinato un crollo del commercio in centro città e un’agonia delle attività commerciali.

Il Comune di Cagliari, non solo non trova soluzioni per contrastare questa tendenza  e tutelare il Commercio della Città ma  si permette di fare a meno di opere come il parcheggio in struttura di Piazza Nazzari.” – Proseguono i Riformatori – “Il Mercato di San Benedetto e tutte le attività commerciali circostanti sono agonizzanti.

Piuttosto che stare chiusa, l’opera i cui lavori si sono conclusi nel 2011, potrebbe essere aperta e  gestita con delle condizioni volte a favorire il commercio della zona, migliorerebbe la vivibilità del quartiere per i residenti e agevolerebbe la frequentazione del Teatro Lirico.”

La delegazione dei Riformatori prima del sit-in con la provocatoria inaugurazione ha fatto un tour tra i commercianti della zona e del mercato di San Benedetto per distribuire un volantino e promuovere una raccolta firme dove si invita l’amministrazione a rendere immediatamente fruibile la struttura e porre in essere un suo utilizzo al fine di favorire le attività produttive del compendio commerciale di San Benedetto, attraverso specifiche azioni e convenzioni riservate ai potenziali consumatori.”

 

Commenta!

2 + 19 =