Cagliari: a Terramaini il primo parco giochi inclusivo

Entro 20 giorni nascerà un’area che permetterà a tutti i bambini, con e senza disabilità, di divertirsi assieme senza correre pericoli.

di Antonio Tore

 

Durante l’ultima seduta del Consiglio Comunale è stata annunciata, dall’assessore Paolo Frau, la creazione all’interno del parco di Terramaini, di uno spazio aperto più ampio degli altri al fine di consentire anche ai bambini che soffrono di qualche forma di disabilità di giocare insieme ai suoi coetanei: altalene, giostre, percorsi, giochi a molle che saranno montate fra i cespugli di macchia mediterranea e il laghetto in cui dimorano diverse specie acquatiche e volatili, tra cui una piccola colonia di fenicotteri.

Il progetto è nato dalla collaborazione tra Comune e l’associazione onlus Give him a chance.

“Un fatto di grande civiltà – ha sottolineato l’assessore della Cultura e del Verde pubblico parlando a nome dell’intera Amministrazione comunale di Cagliari – conseguito grazie all’impegno dell’associazione “Give Him a Chance” che ha promosso una raccolta di fondi (18mila euro) con cui è stata acquistata la nuova attrezzatura”.

Il Comune, da parte sua, “impegnerà 24mila euro per predisporre l’allestimento totale di questa nuova zona su cui sarà realizzata una piattaforma antitrauma, per una maggiore sicurezza dei bambini in caso di caduta. Prevede l’installazione di un’altalena Grenoble per carrozzine, una giostra carosello, un gioco a molla green car, un’altalena Giamaica e un Percorso per un sorriso”

“Il servizio Verde pubblico del Comune ha messo a disposizione, all’interno del parco, un’ampia superficie cementata e poi pavimentata in gomma con materiali anti-trauma – ha proseguito l’assessore -. I lavori inizieranno la prossima settimana e dureranno circa 20 giorni. Un grande segnale di civiltà, – ha concluso Paolo Frau – un esempio di collaborazione tra amministrazione e associazionismo”.

L’obiettivo – ha spiegato la vicepresidente della onlus Anna Guttuso – è quello di trasmettere anche i più piccoli i valori del rispetto delle diversità”.

Anche Rita Polo (presidente della Commissione Politiche sociali e Salute) e Benedetta Iannelli (presidente della Commissione Valutazione delle Politiche comunali e della qualità dei servizi), durante la riunione di ieri a palazzo Bacaredda, hanno sottolineato l’impegno del Consiglio comunale “per dotare di strumenti di inclusione i parchi e per rendere ancora più vivibili gli spazi e servizi comuni, con strumenti e mezzi adatti a tutti, a partire dai più piccoli, anche attraverso la sinergia con cittadini e associazioni”.

 

Commenta!

18 + 7 =