Calcio serie A: un  Cagliari inconcludente e svogliato  si ferma al Friuli

Prova incolore dei rossoblù con la difesa ancora una volta ballerina,  la squadra si arrende  a un Udinese non irresistibile

 di Giorgio Capra

 Il Cagliari esce sconfitto, per due reti a uno, dallo scontro con l’Udinese. Padroni di casa subito arrembanti, Rafael al sesto minuto deve superarsi sulle conclusioni di Zapata e De Paul; sull’ altro fronte Borriello va in goal, ma Marini annulla per offside. Al trentesimo arriva la più ghiotta occasione della prima frazione, per gli uomini di Delneri.

Barella stende Zapata in area di rigore e il direttore di gara indica il dischetto; dagli undici metri, l’ estremo difensore rossoblù, ipnotizza lo specialista di casa Therau, suggellando ancora una volta la propria prestazione, a testimonianza del percorso di crescita personale, intrapreso da inizio stagione. Nella ripresa, nel giro di cinque minuti, il Cagliari crolla.

Al settantesimo Perica batte Rafael con un siluro all’ incrocio, tre minuti dopo Angella cala il bis con un tap – in ravvicinato e al settantacinquesimo è il palo a salvare gli uomini di Rastelli, su un tiro da fuori di De Paul. A cinque minuti dal termine Borriello, accorcia le distanze, fissando il punteggio sul definitivo due a uno.

I friulani volano a più cinque sui sardi. I rossoblù conservano la dodicesima posizione, in comproprietà con il Chievo. Tra una settimana, al Sant’ Elia, arriva il Pescara dell’ ex Zeman, l’ occasione giusta per bissare la prestazione offerta proprio contro i Veneti.

 

 

 

 

Commenta!

1 × 1 =