CNA, Cagliari: sabato Assemblea elettiva regionale settore  Artistico e Tradizionale

 L’assemblea elettiva , che si riunisce dopo 4 anni per rieleggere il presidente e la presidenza,  sarà l’occasione per discutere di questi importanti temi e verificare lo stato del settore

di Giona  Steni

Sabato 18 marzo p.v. alle 10 si terrà al T Hotel di Cagliari (via dei Giudicati 66) l’Assemblea elettiva dell’Unione CNA Artistico e Tradizionale, l’organismo che rappresenta i produttori di artigianato artistico, tipico e tradizionale. Il settore riunisce, tra gli altri, artigiani orafi, ceramisti, cestinai, della tessitura, del vetro, della coltelleria, del ricamo, del legno, dei metalli non preziosi e molti altri ancora.

La sua valenza non è però solo economica: l’artigianato locale è prima di tutto storia, identità e tradizione. Un patrimonio materiale e immateriale unico, che si potrebbe oggi disperdere perché a forte rischio di sopravvivenza. L’abusivismo dilagante, la concorrenza sleale degli hobbisti, la pressione fiscale insopportabile per aziende così piccole e poco strutturate, l’emorragia senza fine di cessazioni di attività, ma anche la mancanza di un sostegno concreto degli enti pubblici e la contraffazione dei prodotti isolani sono problemi atavici che di recente si sono fatti sempre più importanti.

L’assemblea elettiva – che si riunisce dopo 4 anni per rieleggere il presidente e la presidenza – sarà l’occasione per discutere di questi importanti temi e verificare lo stato del settore. Dopo la relazione introduttiva del presidente uscente Peppino Mele, gli artigiani della CNA tratteranno le questioni alla presenza della dottoressa Gabriella Pinna, funzionaria del Bic Sardegna che gestisce la Vetrina dell’Artigianato Artistico, Tipico e Tradizionale della Regione Autonoma della Sardegna, il cui bando scadrà nei prossimi giorni. Dopo un dibattito con gli operatori del settore, le conclusioni saranno affidate al presidente nazionale CNA dell’Unione Andrea Santolini che porterà l’esperienza del resto d’Italia su problematiche in parte comuni a tutta la Penisola.

Commenta!

venti + tredici =