Condannati dal tribunale di Cagliari. Ieri erano stati arrestati per coltivazione e detenzione di cannabis

Madre e figlio erano stati arrestati dai carabinieri a Cagliari. Oggi il Tribunale li ha condannati, rispettivamente a 1 anno e 10 mesi e a due anni di reclusione.

di Antonio Tore

 Al termine di una perquisizione domiciliare, i carabinieri avevano arrestato Monica Deidda, 46 anni, e suo figlio Alessio Fanni Masala, 27enne, entrambi disoccupati e conosciuti dalle forze dell’ordine.

Nella loro abitazione, era stata scoperta una stanza attrezzata per la coltivazione di cannabis in 45 vasi, con piantine alte circa 50 centimetri. Nel locale erano state ritrovate anche lampade alogene e condensatori, alcuni ventilatori, un bilancino di precisione, un paio di forbici e un coltello sporchi di hashish e 100 euro in contanti.

La sentenza, emessa oggi dal Tribunale di Cagliari, prevede 1 anno e 10 mesi di reclusione per Monica Deidda, la madre e 2 anni per Alessio Fanni Masala, il figlio. Inoltre i due dovranno pagare, rispettivamente, 4.000 e 5.000 euro di multa.

La pena del ragazzo è stata sospesa, mentre per la madre scatta l’obbligo di firma.

 

Commenta!

uno × 1 =