Conferenza delle Regioni: solidarietá alla Sardegna per tagli a Province e Cittá Metropolitana

Nella riunione di oggi è stata espressa informalmente la solidarietà alle Regioni a Statuto speciale in merito alla richiesta presentata dalla Sardegna sulla partecipazione al finanziamento alle Province e alle Città metropolitane

Di Sergio Atzeni

La Conferenza delle Regioni, riunita questa mattina a Roma, ha espresso informalmente la solidarietà alle Regioni a Statuto speciale in merito alla richiesta presentata dalla Sardegna sulla partecipazione al finanziamento alle Province e alle Città metropolitane. Gli assessori degli Enti locali Cristiano Erriu e della Difesa dell’Ambiente Donatella Spano hanno partecipato ai lavori della Conferenza delle Regioni, che oggi ha discusso dello schema di ripartizione delle risorse previsto dal Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri.
Erriu e Spano hanno sottolineato con forza che “la Sardegna non può essere esclusa dal riparto del miliardo e 700 milioni di euro spettante alle Regioni, previsto dalla legge finanziaria 2017”, facendo riferimento alla parte del DPCM che, di fatto, esclude le Regioni a Statuto speciale. La stessa posizione è stata espressa, nel corso della Conferenza, da tutte le Regioni a Statuto speciale.
La Regione Sardegna ha sollevato anche il problema relativo al mancato riparto, previsto dallo stesso schema del DPCM, di altri 950 milioni di euro a favore di Province e Città metropolitane delle Regioni a Statuto speciale. Proprio su questo passaggio la Conferenza, comprese dunque le Regioni a Statuto ordinario, ha espresso totale solidarietà alle Regioni a Statuto speciale, in particolare a Sicilia e Sardegna. Il punto all’ordine del giorno, tuttavia, non è stato completato perché rimangono numerosi passaggi ancora da discutere e approfondire. Lo stesso punto, che doveva essere trattato questo pomeriggio dalla Conferenza Unificata, è stato rinviato alla prossima settimana.

Commenta!

17 − dieci =