Daspo per due tifosi cagliaritani dopo Spal-Cagliari

In occasione dell’incontro di calcio valevole per il campionato Nazionale di Serie A SPAL 2013 – CAGLIARI disputato lo scorso 17 settembre presso lo Stadio Paolo Mazza di Ferrara, il Questore di Ferrara ha proceduto all’adozione di due provvedimenti di DASPO a carico di due soggetti cagliaritani, che si sono resi responsabili di comportamenti pericolosi per la sicurezza pubblica.

Al termine della partita alcuni tifosi cagliaritani si sono attaccati alla recinzione che delimita il settore ospiti dal terreno di gioco. Due di questi, nonostante la presenza degli stewards, hanno scavalcato il parapetto invadendo il terreno di gioco e raggiungendo alcuni giocatori del Cagliari per farsi consegnare le magliette.

I provvedimenti sono stati emessi per la durata di cinque anni a carico di uno dei due soggetti, il quale risultava già destinatario di DASPO emesso dalla Questura di Cagliari nel 2013; lo stesso dovrà recarsi presso la Questura di Cagliari tutti i giorni in cui si disputano partite a cui partecipi la squadra del Cagliari (all’inizio del primo e del secondo tempo). A carico del secondo individuo il provvedimento è stato emesso per un anno.

I DASPO vietano ad entrambi l’accesso ai luoghi, compreso il perimetro esterno, ove si svolgono le competizioni agonistiche di calcio, anche amichevoli, relative ai campionati nazionali, interregionali, regionali e alle competizioni europee disputate in Italia e all’estero, nonché alle partite della nazionale italiana che verranno disputate nel territorio nazionale e all’estero e a tutti gli incontri, anche amichevoli, che la squadra di appartenenza disputerà in qualsiasi stadio italiano o all’estero.

Il Questore di Cagliari ha adottato un altro provvedimento di DASPO della durata di tre anni a carico di un soggetto che lo scorso 15 ottobre u.s., in occasione dell’incontro di calcio categoria Eccellenza tra le squadre Castiadas e Tonara, svoltosi presso il campo comunale di Castiadas, al termine della partita durante il deflusso degli spettatori, successivamente alle provocazioni del figlio nei confronti di uno spettatore dell’opposta tifoseria, l’uomo lo aggrediva colpendolo con una testata al volto, cagionandogli contusioni allo zigomo e alla mascella e una ferita al labbro.

Tale provvedimento vieta l’accesso ai luoghi, compreso il perimetro esterno, ove si svolgono le competizioni agonistiche di calcio, anche amichevoli, relative ai campionati nazionali, interregionali, regionali e alle competizioni europee disputate in Italia e all’estero, nonché alle partite della nazionale italiana che verranno disputate nel territorio nazionale e all’estero e a tutti gli incontri, anche amichevoli, che la squadra di appartenenza disputerà in qualsiasi stadio italiano o all’estero nonché a tutti gli incontri, anche amichevoli, che disputerà la squadra del Castiadas.

Commenta!

3 × 4 =