Inaugurata la scultura di Pinuccio Sciola a Cagliari

E’ stata posizionata in piazza Gramsci, realizzata proprio in ricordo del politico e intellettuale. Il sindaco Massimo Zedda ha svelato la scultura ai cagliaritani.

 

di Antonio Tore

 

L’opera è stata ufficialmente presentata ai cagliaritani questa mattina dal sindaco Massimo Zedda durante la cerimonia che si è svolta nell’omonima Piazza e che ospiterà  la scultura dedicata ad Antonio Gramsci, realizzata da Pinuccio Sciola in ricordo dell’intellettuale sardo.

Il sindaco,  affiancato dall’assessore alla Cultura, Paolo Frau, ha rimosso  il drappo bianco che copriva l’opera, sotto lo sguardo non solo dei tanti presenti, ma anche dei rappresentati della famiglia dell’artista di San Sperate, guidati dal figlio di Pinuccio, Tommaso. Presente anche Antonello Cabras, presidente della Fondazione di Sardegna che ha contribuito in maniera significativa non solo all’iniziativa legata alla scultura di piazza Gramsci, ma a tutte le iniziative dell’Anno Gramsciano.

L’inaugurazione, infatti, si inserisce nel quadro delle celebrazioni dell’Anno Gramsciano organizzate dal Comune di Cagliari con il contributo della Regione Sardegna e della Fondazione di Sardegna. E’ stato il modo migliore per chiudere il ricco calendario di appuntamenti ideati dall’Assessorato alla Cultura in memoria di Gramsci.

Libertà dalla prigionia, ma anche la memoria inserita nella pietra, sono stati i concetti che hanno ispirato l’artista di San Sperate che ha voluto scolpire in un unico blocco le sofferenze di chi viene privato della possibilità di muoversi liberamente, pensando a quanto patito dall’Antonio Gramsci politico.

“Questa opera – ha commentato Massimo Zedda – era stata immaginata da Pinuccio Sciola, che ringrazio per averci lasciato queste meravigliose opere, proprio pensando alla vita e al sacrificio dell’esperienza in carcere vissuta da Gramsci”.

 

Rightbar

 

Inizio modulo

Email

Questo campo è necessario

Indirizzo email non valido

Fine modulo

Commenta!

5 × tre =