Marco Borriello ha firmato con la Spal

Dopo appena un anno il centravanti lascia il Cagliari e, per il secondo campionato consecutivo, guiderà l’attacco di una neo promossa in serie A.

di Antonio Tore

Milan, Treviso, Triestina, Treviso, Milan, Empoli, Milan, Reggina, Sampdoria, Treviso, Milan, Genoa, Roma, Juventus, Genoa, West Ham, Roma, Genoa, Carpi, Atalanta, Cagliari. Dal 1996, proveniendo dal settore giovanile del Milan, al 2017 Marco Borriello ha giocato in 23 squadre differenti e si appresta a giocare con la Spal, la 24esima squadra.

Con un brevissimo comunicato il Cagliari Calcio ha comunicato di aver sottoscritto con la Spal l’accordo per la cessione dei calciatori Bartosz Salamon e Marco Borriello. Il difensore polacco si trasferisce con la formula del prestito con diritto di riscatto, mentre l’attaccante va a Ferrara a titolo definitivo”.

Su quali siano state le cause del divorzio, si sono fatte tante ipotesi, ma, probabilmente, non si conosceranno mai, tranne qualche “spiffero” che, prima o poi, viene fuori dagli spogliatoi, anche se sono dei veri e propri “confessionali calcistici” in cui regna il silenzio.

Ad essere pignoli si potrebbe “leggere tra le righe non scritte” del comunicato della società. Solitamente, quando un giocatore viene ceduto, lo si saluta ringraziandolo per quanto fatto e gli si augura buona fortuna per il futuro professionale.

Tutto questo, invece, non compare nel comunicato della società rossoblù, il che potrebbe significare che qualcosa, in effetti, è accaduto tra Borriello da una parte e Rastelli e il Cagliari Calcio dall’altra.

E infatti, in una intervista rilasciata prima dell’inizio della partita con la Juventus, il presidente Giulini non ha risparmiato la frecciata: “Non pretendo l’attaccamento alla maglia, soprattutto da chi è arrivato da poco, ma pretendo che venga rispettata e così non è stato. Quella di Marco è stata una scelta per motivi puramente economici visto che mi è capitato sott’occhio il suo nuovo contratto con la Spal”.

Quello che interessa, comunque, ai tifosi è il fatto che va via un giocatore che ha contribuito, con suoi 16 gol, in maniera determinante alla salvezza del Cagliari e che bisogna trovare quanto prima un sostituto all’altezza.

La prova del campo si è vista subito, anche se bisogna riconoscere che non era certo la partita con la Juventus la più adatta per le punte rossobù. Cop, nonostante le poco convincenti prove passate, è stato confermato nell’organico ed è partito come titolare. Certamente ha sbattuto ripetutamente contro Rugani e Chiellini e il suo impegno non è stato sufficiente per effettuare almeno un tiro verso Buffon.

Vedremo se la società interverrà per trovare un sostituto di Borriello all’altezza delle necessità della squadra o si accontenterà dell’organico presente, sperando nella “fortuna” o nell’attesa del rientro di Melchiorri.

 

 

 

 

Commenta!

3 × 2 =