Selargius, Tar: “Via libera all’ampliamento del cimitero”

Il Tar dà ragione al Comune di Selargius: via libera all’ampliamento del cimitero. Una vittoria che annulla la bocciatura dell’Azienda sanitaria al documento presentato dagli uffici di piazza Cellarium nel 2016

 

redazione

Il Tar dà ragione al Comune di Selargius: via libera all’ampliamento del cimitero. “Il parere negativo adottato dall’Atsha invaso le competenze consiliari per trascendere dai compiti propri dell’autorità sanitaria”, si legge nella sentenza (numero00225/2018), emessa dal Tribunale amministrativo regionale nei giorni scorsi. Una vittoria che annulla la bocciatura dell’Azienda sanitaria al documento presentato dagli uffici di piazza Cellariumnel 2016.

“Siamo sempre stati certi della validità del progetto predisposto dai nostri uffici, e della sua assoluta conformità alla normativa vigente, cosi come più volte ribadito e dimostrato dal pronunciamento dei giudici”, commenta il sindaco Gigi Concu. “Questa sentenza rappresenta una vittoria per la nostra amministrazione, che avrà la possibilità di concretizzare il progetto destinato a dare al nostro cimitero un’autonomia di trent’anni (grazie alla realizzazione di circa 3500 loculi)”, sottolinea il primo cittadino, e “rappresenta un precedente importanti per le tante altre amministrazioni comunali che si trovano a scontrarsi con un’evidente interpretazione non correttadella norma relativa alla fascia di ampliamento da parte dell’Ats”.

Prosegue la sentenza: “La competenza è quindi del Consiglio comunale e la decisione di ampliare il cimitero nei modi indicati nella delibera del Consiglio comunale n. 74 del 30 novembre 2016 non può ritenersi, di per sé, manifestamente illogica ben potendo l’amministrazione mutare, nel corso degli anni, le proprie scelte tenuto conto anche di sopravvenute esigenze”. Continua: “Non può poi, ritenersi illogica la previsione di una fascia di rispetto di 50 metri, anziché di 200 metri: la riduzione della fascia, entro il limite dei 50 metri, è una facoltà che è espressamente prevista dall’art. 338, comma 4, r.d. n. 1265/1934.

In definitiva, il vincolo ex legge di inedificabilità assoluta nella fascia di rispetto del cimitero può essere rimosso solo per considerazioni di interesse pubblico, considerazioni che sono riservate al Consiglio comunale”. Via libera dunque al progetto del camposanto selargino: con quattordici mila metri quadrati in più e 3500 nuovi loculi. “Nessuna soprelevazione come prospettato dalla minoranza. Selargius avrà un camposanto senza grattacieli”, assicura il sindaco.

 

 

Commenta!

8 + diciannove =