Serie A: un Cagliari efficace, ordinato ed essenziale mette in crisi la quotata Lazio

Una   bella prova quella del Cagliari contro  la Lazio, appena  velata per l’aggressione subita dai tifosi bianco celesti.  Inutile dire che questo non è tifo ma semplice teppismo e siamo certi  che le forze dell’ordine identificheranno queste persone che non hanno niente a che fare con i tifosi e gli sportivi

di Sergio Atzeni

Un gruppetto di tifosi laziali stava allontanandosi  dal Sant’Elia quando un banda che non centra niente con il tifo, ha ritenuto inebriante aggredire quelle persone riconosciute, a quanto pare, non per fasce e bandiere che forse non esponevano. I laziali  intercettati all’uscita  di un tunnel si avviavano alle proprie  auto,  sono fuggiti ma sono stati intercettati lo stesso e aggrediti con cinghiate e pugni, uno di loro ne ha fatto le spese con una ferita alla testa.
Inutile dire che questo non è tifo ma semplice teppismo e siamo certi  che le forze dell’ordine identificheranno gli autori  dell’aggressione  che non hanno niente a che fare con i tifosi e gli sportivi.

Peccato perché questo episodio copre con un alone di dispiacere un incontro che il Cagliari ha disputato stringendo i denti e con una disposizione tattica finalmente efficace che non ha permesso alla Lazio di essere pericolosa più di tanto, anzi se una squadra ha meritato di vincere quella é il Cagliari.
Un primo tempo giocato dunque dai rossoblù con accortezza e chiusi nel modo giusto senza lasciare spazi, come invece facevano spesso, agli avversari che non hanno messo per niente in difficoltà il Cagliari, nonostante il loro curriculum recente fatto di vittorie in fila e il loro presunto alto  tasso tecnico.

Poi nel secondo tempo ecco un Cagliari che non ti aspetti, aggressivo e atleticamente preparato che riesce ad anticipare i laziali in molte occasioni. In questi casi la stampa e le Tv nazionali  hanno subito parlato di un calo dei bianco celesti senza pensare che invece sono stati i rossoblù a mettere  in difficoltà i più quotati avversari.

L’occasione, grande come una casa di Padoin, che poteva portare facilmente in vantaggio la squadra di Rastelli, ha confermato che il Cagliari poteva battere i Laziali messi in crisi dai rossoblù e non un per un loro calo,  come hanno dimostrato in tutte le partite precedenti  quando hanno dato il meglio proprio nella ripresa.
Tanto di cappello quindi al Cagliari visto ieri che ha saputo difendersi con ordine e attaccare  con efficacia nonostante le assenze  pesanti.

 

Commenta!

18 − 7 =