Siniscola: per il rilancio del nuorese   Cultura e Sistema Museale con  10 milioni in dirittura d’arrivo

La Cabina di Regia del Piano di Rilancio del Nuorese,  si è riunita oggi nella Sala Consiliare del Comune di Siniscola

 redazione

La Cabina di Regia del Piano di Rilancio del Nuorese, con tutti i soggetti del Partenariato socio-economico, sotto il coordinamento dell’assessore degli Affari Generali Filippo Spanu, si è riunita oggi nella Sala Consiliare del Comune di Siniscola. Si è discusso degli ultimi tre progetti in fase di valutazione: Geoartnet, Distretto Culturale e Sistema Museale, con un investimento complessivo di oltre 10 milioni di euro e ormai in dirittura d’arrivo.

Spanu. “Siamo in una fase molto avanzata ed è ormai prossima la chiusura della prima parte della programmazione finanziaria del Piano. Gli ultimi tre progetti – ha spiegato l’assessore Spanu – esaltano le vocazioni e le specificità del territorio e in particolare il binomio cultura e ambiente, ambiti a cui abbiamo dedicato grande attenzione nel Piano di Rilancio.  Lo sviluppo di tutto il Nuorese può infatti trovare ulteriore slancio attraverso la piena valorizzazione delle risorse ambientali e di un patrimonio di storia, arte e tradizioni con potenzialità straordinarie soprattutto nell’ottica del miglioramento dell’offerta turistica nelle aree interne”.

Solidarietà al sindaco di Siniscola. Spanu, all’apertura dei lavori, ha spiegato che la riunione della Cabina di Regia è stata convocata nella sala del Consiglio comunale di Siniscola per manifestare vicinanza e solidarietà al sindaco Gianluigi Farris, vittima di recente di gravi intimidazioni. “È una presenza che vuole essere un segnale concreto di attenzione e di sostegno al sindaco e a tutta la sua Giunta duramente colpiti da atti estranei ai principi di civiltà su cui si basa la vita di tutte le comunità”.

Nell’ambito del Piano di rilancio del Nuorese sono stati già avviati 15 progetti con uno stanziamento complessivo di circa 30 milioni di euro. Per questi progetti è in corso il trasferimento delle risorse ai soggetti attuatori.

Area vasta di Nuoro. Si va intanto delineando il quadro finanziario a cui fare riferimento per l’azione a favore della ricerca e della didattica all’interno del Consorzio per la promozione degli studi universitari nella Sardegna centrale (progetto Restart). Sarà così possibile completare il finanziamento regionale a favore dell’intervento per l’Area Vasta di Nuoro con una dotazione residua di 5 milioni e 150 mila euro.

 

Commenta!

due × due =