Terzo appuntamento del Signal Festival a Cagliari

Dopo il successo di pubblico delle prime due serate, proseguono anche oggi gli eventi del Signal Festival, al Centro Comunale d’Arte “Il Ghetto”, in via Santa Croce 18, a Cagliari.

di Antonio Tore

Stamattina si completa il laboratorio stabile di arte performativa, “Crescere Collettivo”, a cura di Microfratture Teatro e di Monica Serra, rivolto agli studenti del Liceo Artistico FOISO Fois, chiamati alla creazione di contenuti multimediali audio-video con l’obiettivo di raccontare il paesaggio architettonico sonoro della città di Cagliari, col quale interagiscono quotidianamente, volgendo così lo sguardo sul mondo esterno. Proseguono anche gli incontri di “Different Rhythms”, l’Ottavo Simposio Internazionale sul Paesaggio Sonoro a cura di FKL (Forum Klanglandschaft), quest’anno ospitato dalla città all’interno del Signal Festival.

Non può mancare ovviamente la musica dal vivo: dalle ore 21.00 la terza giornata propone ben tre live performance di artisti cagliaritani e ospiti internazionali.

Ad aprire la serata “Untitled” di Francisco Lopez. L’artista, riconosciuto a livello internazionale come una delle figure maggiori nel panorama della sound art e della musica sperimentale, si è esibito in ben 70 paesi nel mondo e nei maggiori musei, festival e gallerie internazionali, tra cui il PS1 Contemporary Art Center di New York, il Musée d’Art Moderne di Parigi e l’International Film Festival di Rotterdam. Per il Signal Festival, Lopez si esibirà in una performance che è molto diversa dai concerti tradizionali: Untitled è infatti un’esperienza sonora immersiva al buio. Gli spettatori verranno bendati mentre l’artista lavorerà per loro a un’esperienza intensa e ricca, corredata di un sistema audio surround a canali multipli. Lopez creerà un insieme di mondi sonori virtuali, composti da una miriade di fonti originali collezionate nel mondo: dalle foreste pluviali e dai deserti, passando per le fabbriche e a diversi edifici in luoghi diversi dei sei continenti.

A seguire sul palco di Signal “SOON Sounds of Other Nature”, l’esibizione di Lelio Giannetto, contrabbassista, compositore e performer. SOON è un progetto speciale, in diffusione quadrifonica, di soundscape composition ed esecuzione dal vivo effettuata al buio, una performance in cui il pubblico sarà coinvolto attraverso una percezione sensoriale, e che vedrà il suono ritratto come «origine del Mondo». A chiudere la serata, infine, “Human Soundscape”, il progetto artistico e sonoro di Sandro Mungianu, giovane compositore e sound designer cagliaritano, ed Eleonora Claps, cantante d’opera e attrice italiana specializzata nella musica contemporanea e sperimentale.

Organizzato dall’associazione culturale TiConZero, attiva a Cagliari dal 1995 in ambito musicale e teatrale, il Signal Festival coniuga riferimenti musicali di rigoroso valore storico a esperienze di ricerca che superano i generi, analizzando i linguaggi e proponendo nuove forme. Attraverso la musica d’avanguardia, la sperimentazione, l’improvvisazione, l’elettronica, e con uno sguardo trasversale sulle ricerche in campo visivo, performativo e sui live media, il Signal Festival ha saputo attrarre nel tempo un pubblico molto attento e critico, che ha premiato l’impegno e la rilevanza della proposta culturale con una partecipazione consistente e appassionata fin dalla prima edizione.

La programmazione completa, con tutti i dettagli sulle diverse attività è presente nel sito ufficiale: www.signalfestival.org.

Commenta!

17 − quindici =