Tocco (FI); disagi al Brotzu e all’oncologico

Tocco (FI): “Reparti chiusi e spazi troppo ristretti. Si convochi la Commissione salute per discutere su emergenza strutture”
di Antonio Tore
Il blocco dei reparti di medicina al Brotzu, crea disservizi infiniti sui pazienti. Carenza di medici e infermieri nelle corsie. Disagi che si moltiplicano anche all’oncologico.
Edoardo Tocco, vice presidente della commissione salute ed esponente di punta di Forza Italia, fa uno screening delle strutture ospedaliere del cagliaritano: “Le condizioni dei presidi ospedalieri rappresentano un’emergenza che si ripercuote negativamente sul pianeta sanità – spiega il rappresentante degli azzurri – con troppe criticità che dovrebbero essere riportate all’interno della commissione”.
Reparti inagibili e spazi inadeguati sono i tasti più dolenti: “Il Brotzu e il Businco – aggiunge Tocco – compongono i tasselli principali dell’offerta sanitaria nell’area vasta. La condizione di degrado si riflette anche su medici e infermieri, che hanno più volte manifestato il loro malumore”.
Il vice presidente della commissione auspica un confronto all’interno del parlamentino: “Si convochi l’organismo consiliare con la direzione sanitaria del Brotzu per avere dei chiarimenti sullo stato di disagio della struttura – conclude Tocco – La realtà è che il riordino ospedaliero varato dalla giunta non ha prodotto dei vantaggi sulle strutture, con gli impianti che presentano tantissime criticità. Abbiamo necessità di conoscere le intenzioni dell’Azienda tutela della salute sugli investimenti per il potenziamento dei servizi. Senza un piano di rilancio, si rischia il default della sanità”.
 

Commenta!

1 × tre =