Trasporto ferroviario: venti milioni per sicurezza e automazione su tratta Senorbì-Isili

L’assessore Careddu: è stato messo un altro tassello nella “cura del ferro” in Sardegna

di Antonio Tore

 

Firmata una convenzione tra l’assessorato dei Trasporti e l’Arst per garantire più sicurezza e automazione sulla linea ferroviaria a scartamento ridotto Senorbì-Isili. L’importo stanziato è stato di venti milioni.

Questo è il contenuto della convenzione firmata da assessorato dei Trasporti e Arst che dà il via libero all’intervento conclusivo su quella tratta.

“E’ una delle azioni prioritarie del Patto siglato da Regione e Governo a luglio scorso – dice l’assessore dei Trasporti Carlo Careddu – pertanto un altro importante e concreto tassello portato a compimento nell’ambito della ‘cura del ferro’ perseguita con tenacia dal presidente Pigliaru”.

“Il territorio attendeva l’avvio di questo progetto – aggiunge Careddu – che rappresenta una risposta alla necessità di rendere sempre più efficiente e sicuro il servizio di mobilità interno e consente di fare un ulteriore salto di qualità”.

Le risorse provengono dal Fondo di Sviluppo e Coesione 2014-2020 e sono destinate alla completa realizzazione del sistema di comando e controlli di impianti di sicurezza sulla linea ferrata regionale che attraversa Trexenta e Sarcidano.

Inoltre i 20 milioni vanno ad aggiungersi ai circa 36 già finanziati con fondi statali e regionali in seguito a un precedente accordo sottoscritto tra il ministero delle Infrastrutture e la Regione che prevedeva, tra l’altro, l’esecuzione di impianti dei passaggi a livello, di protezione della marcia dei treni, di telecomunicazione, informazione al pubblico, diagnostica, security, di alimentazione e di adeguamento dei locali che ospitano le apparecchiature tecniche.

 

Commenta!

4 × uno =