Cagliari, Meningite: Assessore alla sanità “nessuna epidemia”

Assessore regionale della Sanità Luigi  Arru: “Vaccinate  1000 persone, 8 casi accertati da dicembre e situazione sotto controllo”. Intanto a Cagliari  Corsa al Vaccino da parte di decine d genitori

 redazione

Nessuna epidemia con 8 casi accertati da dicembre e oltre 1000 persone in profilassi e vaccinate perché a contatto  diretto  o indiretto con chi è stato colpito dal batterio.

L’assessore alla  Sanità Luigi Arru, con queste dichiarazioni, certifica una  situazione sotto pieno controllo. È quanto emerso durante la conferenza stampa indetta dall’Assessorato Regionale  alla  Sanità per fare il punto sulla  situazione sanitaria della meningite  a Cagliari.

Fin ora un caso mortale su tre con contagio avvenuto a persone che si sono trovate nella discoteca il Cocò di Cagliari. Al Brotzu è stata ricoverata l’altro giorno una 38enne ma è stata esclusa a meningite. Intanto a Cagliari la paura della Meningite ha scatenato la  corsa al vaccino per il quale è stata  Richiesta una distribuzione gratuita.

La rete ha fatto la parte del leone per la richiesta  con il ritornello “Il vaccino contro il meningococco B deve essere gratuito per tutti, nessuno escluso”. Un vero referendum di migliaia di persone che chiedono un  sacrosanto diritto,  quello  di essere protette da un contagio possibile da un batterio letale:  il meningococco B.

La proposta è stata lanciata ieri sera anche dal capogruppo dei Riformatori in Consiglio regionale, Attilio Dedoni. In Sardegna  il vaccino contro il batterio del meningococco B, costa  81,09 euro a dose con il richiamo 163 euro.

Da qui la richiesta che come profilassi il vaccino  debba  essere gratuito  e la Regione deve farsene una ragione per  tutelare la sanità pubblica.

Intanto  molti  genitori,  preoccupati per i loro figli, stanno acquistando  il vaccino e dopo   la grande richiesta del farmaco stanno  arrivando nuove scorte in città.

Commenta!

16 − 13 =