Cagliari: Piano Urbanistico della Mobilità Sostenibile al via

Entra nel vivo l’attività di predisposizione del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile con le prime riunioni tra Amministrazione comunale, professionisti incaricati ed enti e soggetti esterni che parteciperanno come portatori di interesse

di Antonio Tore

Sono iniziati i primi incontri ai quali partecipano l’assessore alla Mobilità, i tecnici comunali e i professionisti della società Singagma, incaricata a seguito di gara della redazione del PUMS, con un appalto del valore di 112.288 euro e una durata prevista di 24 mesi.

Nei prossimi mesi sono poi previsti eventi pubblici sul PUMS e sui suoi temi specifici, insieme ad attività e iniziative di partecipazione organizzate che coinvolgeranno la popolazione e che saranno adeguatamente diffuse sui canali istituzionali del Comune e sulla stampa.
La partecipazione attiva è uno dei principi cardine del Piano e il processo di redazione del documento non poteva che prendere avvio da incontri conoscitivi, per garantire l’effettivo coinvolgimento degli enti e delle amministrazioni interessate e attivare i contatti necessari allo scambio di informazioni e contributi. L’iter di predisposizione del Piano prevede sin dall’inizio l’utilizzo di strumenti di partecipazione che coinvolgeranno i portatori di interesse durante tutto il percorso, compresa la fase di monitoraggio e quella di aggiornamento delle azioni.

Nel corso di questi primi due giorni di incontri, gli interlocutori dell’Amministrazione e dei progettisti sono l’azienda del trasporto pubblico locale CTM, l’azienda regionale di trasporto ARST, le Ferrovie, l’Autorità Portuale, la società aeroportuale Sogaer, l’Università, le aziende che gestiscono la sosta in città, APCOA e Parkar, la società Playcar che gestisce il car sharing e, assieme a CTM, il servizio di bike sharing comunale “CaBubi”. Sono previsti inoltre specifici incontri con associazioni di promozione e tutela ambientale e associazioni di promozione dell’uso della bicicletta, che saranno poi coinvolti nelle iniziative che accompagneranno la redazione del Piano.

Il Piano della Mobilità Sostenibile considera le persone e non più l’auto o il traffico come centro della politica per incentivare la mobilità intelligente e si pone quali obiettivi una migliore qualità della vita, la sostenibilità, la accessibilità, la qualità ambientale e la salute nella nostra città. Partendo dalla raccolta dati sulla attuale situazione della mobilità a Cagliari, il Piano si propone di individuare le soluzioni migliori per la mobilità cittadina privilegiando sostenibilità e integrazione modale, cioè la possibilità di fruire di più alternative con mezzi diversi, trasporto pubblico, bicicletta, piedi, car sharing, bike sharing, mezzo privato e contemplando tutti i sistemi e i mezzi di trasporto, di circolazione e di sosta.

Le azioni già svolte dall’Amministrazione in questa direzione saranno messe a sistema con quelle da svolgere nel medio termine e con l’orizzonte più lungo di 10 anni , che troveranno nel Piano la loro cornice unitaria. Per fornire risposte sostenibili alle diverse richieste di mobilità nel tessuto urbano, il documento sarà messo in raccordo con gli altri strumenti della pianificazione comunale, come il Piano di Azione per l’Energia Sostenibile (PAES), e regionale, quali Piano di Assetto Idrogeologico (PAI) e PPR.

Commenta!

13 + uno =