Finisce in pareggio, ma il Cagliari sfiora il colpaccio a Bologna

Prima partita finita in parità per il Cagliari in questo campionato. Nel riscaldamento si fa male Andreolli, sostituito egregiamente da Pisacane.

di Antonio Tore

E’ finita 1-1 tra le due squadre rossoblù allo stadio bolognese. Non era l’unico incrocio questo del colore delle maglie, ma anche l’incontro tra due ex allenatori: Donadoni, che aveva allenato il Cagliari e Lopez, che aveva allenato il Bologna.

Il Cagliari si è schierato con gli stessi giocatori su cui sembra puntare Lopez, con l’eccezione di Andreolli che ha risentito di un dolore muscolare nel riscaldamento del pre-partita ed è stato sostituito da Pisacane.

La squadra si è schierata nuovamente con la difesa a tre, con Romagna ormai insostituibile sul centro destra e sempre più sicuro nelle marcature e nei disimpegni.

Nel centrocampo, un po’ in ombra Barella, sempre un po’ troppo “euforico” nei suoi interventi di tentato recupero del pallone che gli ha fruttato un giallo pesante: salterà la prossima partita interna con la Sampdoria.

Il quinto gol di Joao Pedro, segnato alla scadenza del primo tempo, non è stato sufficiente per vincere la partita, perché nel secondo tempo il Bologna ha progressivamente costretto il Cagliari ad arretrare le proprie linee, anche senza riuscire ad impensierire Rafael più di tanto.

A meno di 10 minuti dal termine, tuttavia, una errata uscita del portiere ha permesso a Destro, fino a quel momento ben controllato da Ceppitelli, di depositare in rete con un colpo di testa e pareggiare l’incontro.

Con qualche affanno, ma anche con qualche tentativo di ripartenza, il Cagliari è riuscito a portare a casa il pareggio, cosa finora non ancora riuscita.

Non c’è tempo per recriminare sui punti persi o rallegrarsi per il punto guadagnato: sabato 9 alle 18 il Cagliari sfiderà la Sampdoria e sarà il secondo ex allenatore di fila ad incrociare la strada dei rossoblù. I blucerchiati, allenati da Giampaolo, sono la prima delle cosiddette squadre “medie” a inseguire le grandi del campionato, senza dimenticare che dovrà anche recuperare la partita con la Roma.

Si prospetta, quindi, una partita difficile per il Cagliari e sarà necessario preparare bene tutti gli schemi e sviluppare attenzione su ogni azione della Sampdoria. La squadra, tuttavia, sembra ben messa in campo da quando Lopez è subentrato a Rastelli e anche la condizione fisica è migliorata notevolmente.

Tutti i tifosi si aspettano di vedere una grande partita e si spera che si possa concludere con una vittoria dei rossoblù.

Commenta!

6 + 17 =