L’assessore Erriu si dice disponibile a rivedere il disegno di legge urbanistica

Dibattito e confronto con la Cgil: “Siamo disponibili ad accogliere tutti i miglioramenti possibili”  

di Antonio Tore

“Disponibile a modificare il disegno di legge urbanistica, anche sostituendo l’articolo 43 con il 50 contenuto nella proposta Demontis Collu”: l’assessore Erriu respinge le accuse di chi teme nuove e pesanti colate di cemento, ricorda le intese siglate dentro il quadro del Ppr e alla Cgil assicura: Il testo non è definitivo, siamo disponibili ad accogliere tutti i miglioramenti possibili, e ci sono altre ulteriori fasi per alimentare il confronto con il sindacato”.

Nell’intervista pubblicata sul sito www.cgilsarda.it  Erriu dice che l’articolo 31 – sull’aumento di volumetrie del 25 per cento – è da cambiare e che, complessivamente, collaborerà a migliorare il testo.

 “E’ importante che l’assessore Erriu abbia detto che ci sono margini di miglioramento di un testo che, così com’è non va bene” ha detto il segretario della Cgil Michele Carrus che nei giorni scorsi ne aveva anticipato alcuni passaggi critici: “Prendiamo atto degli impegni dell’assessore a modificare le parti contestate ma vigileremo sugli sviluppi del dibattito e sulle fasi che porteranno il testo definitivo in aula, non mancheremo di articolare meglio le nostre proposte di modifica che richiedono ampi spazi di intervento”.

 Il segretario della Cgil ribadisce che “è necessario cambiare metodo nel rapporto con le forze sociali perché non può essere che il dialogo continui ad andare avanti con fatti compiuti”. 

Commenta!

quindici − uno =