Nuovi Organi per la Pro Loco di Cagliari

di Roberta Manca

Sabato 23 gennaio si è tenuta l’assemblea della Pro Loco di Cagliari per il rinnovo delle cariche sociali. Un importante momento per la promozione della capoluogo regionale.

La Pro Loco di Cagliari, costituita con atto notarile il 25 ottobre 2012, ha rinnovato i suoi organismi statutari.

Sono stati eletti per 4 anni : Concettina Pistolesi, Alessandra Raspino, Oliviero Melis, Sandro Renzo Lai e Massimo Dotta nel Collegio dei Probiviri. Massimo Muscas e Francesca Corona nel Collegio dei Revisori. Antonio Limbardi, Roberta Manca, Roberto Copparoni, Sebastiano Monello, Giuseppe Migliarese nel Consiglio di Amministrazione.

Si segnala che i rispettivi organi eletti si sono riuniti poco dopo designando le seguenti cariche: Presidente del Collegio dei Probiviri: Concettina Pistolesi, Alessandra Raspino e Oliviero Melis Effettivi. Sandro Renzo Lai e Massimo Dotta Supplenti. Revisore effettivo Massimo Muscas, Francesca Corona Supplente

Presidente del Consiglio di amministrazione Antonio Limbardi, Vice Presidente Sebastiano Monello, Tesoriere Roberto Copparoni, Segretaria Roberta Manca, Consigliere Giuseppe Migliarese.

Si segnala che l’elezione dei due componenti del Consiglio comunale di Cagliari da inserire nel C.d.A. della Pro Loco è stata rinviata alla prossima assemblea, nella quale saranno eletti dai soci due Consiglieri comunali. Uno come epressione della maggioranza e uno della opposizione

L’assemblea ha ringraziato il Presidente uscente e gli Organi collegiali per il lavoro svolto in questi anni con l’augurio di un futuro proficuo operato dei nuovi organi e dei soci tutti.

I lavori si sono conclusi alle ore 18,30.

COSA E’ UNA PRO LOCO?

La espressione Pro Loco, deriva dal latino, ovvero “a favore del luogo“, è un’associazione costituita da soci volontari che si mettono insieme per promuovere e valorizzazione il proprio territorio comunale e il suo capoluogo.
La Pro Loco opera sempre essere senza fini di lucro, all’interno di differenti settori: turistico, culturale, sociale, eno-gastronomico, di preservazione e recupero di beni architettonici, di risorse ambientali, di recupero di tradizioni popolari e di mestieri artigianali e più in generale nell’ambito della cosiddetta cultura immateriale, con il fine, unico ed esclusivo, di promuovere e valorizzare il territorio di riferimento.

Per questo motivo le Pro loco possono anche gestire un ufficio turistico.

Creata con regolare atto costitutivo, possiede uno statuto e un regolamento che ne disciplina il funzionamento, le finalità e anche le modalità di scioglimento. La Pro Loco e’ organizzata sulla base di criteri democratici e tutte le sue cariche sono elettive.

Qualsiasi persona che ne abbia interesse può divenirne socio, senza discriminazioni di alcun genere.

Gli Organi di una pro loco sono: l’Assemblea, il Consiglio di Amministrazione, il Collegio dei Probiviri e il Collegio dei Revisori

In Italia vi sono migliaia di pro loco 6200 su 7903 Comuni e in Sardegna vi sono 335 Pro loco su 377 Comuni.

Comment 1

  1. Bonario Monzo 24 Gennaio 2021

Commenta!

8 + 8 =