Ottimismo per il Pil italiano che cresce a +0,4% nel secondo trimestre

La cautela è di rigore ma l’ottimismo regna sovrano dopo il tweet di Paolo Gentiloni che commenta i dati positivi di crescita del Pil Italiano con una previsione di + 1,5 nel 2017.

 di Annalisa Pirastu

Se si confrontano i dati attuali con quelli del 2016 appare subito evidente che il Pil italiano è cresciuto dell’ 1,5%. Nel secondo trimestre di quest’anno è aumentato di un altro 0,4% rispetto al trimestre precedente.

Un trend che non si era registrato se non nel lontano 2011, quando nel primo trimestre dell’anno l’incremento era stato del 2,1%.

Se anche la crescita fosse pari a zero sino alla fine di quest’anno, la cosiddetta variazione acquisita, ovvero il calcolo del tasso annuale raggiungerebbe l’+1,2%.

L’Istat ha reso noto questi dati. Si tratta di dati corretti per gli effetti di calendario e destagionalizzati.

Se andiamo a vedere i campi in cui questo aumento è avvenuto gran parte del merito lo si deve attribuire alle prestazioni in ascesa di industria e servizi. L’’agricoltura invece ha avuto una piccola flessione.

L’ottimismo deriva anche dal fatto che, secondo l’Istat, il tasso di crescita si dimostra consistente e persistente.

Paolo Gentiloni ha comunicato il balzo in avanti della nostra economia con un tweet.

”Istat. Crescita 2017 prevista a +1,5%. Meglio delle previsioni. Una buona base per rilanciare economia e posti di lavoro”. Un tweet che non può che rallegrarci.

Commenta!

dieci + 9 =