Riformatori: “divieti di sosta senza senso  in centro a Cagliari  dal 30 aprile al 4 maggio”

Oggi, i residenti e i commercianti della zona, vista l’apparente inutilità dei divieti, non riescono a farsene una ragione e si sentono inermi difronte alle scelte pepretate dall’amministrazione

redazione

I cartelli di divieto di sosta, con l’ordinanza che va dal 1 al 4 Maggio, sono stati posizionati nei giorni scorsi nelle diverse strade del centro, adiacenti al percorso di Sant’Efisio, come: Via Sassari, Via Mameli, Via Maddalena, Piazza del Carmine etc. L’arco temporale “dilatato” faceva presagire chissà quali necessità.

Oggi, i residenti e i commercianti della zona, vista l’apparente inutilità dei divieti, non riescono a farsene una ragione e si sentono inermi difronte alle scelte pepretate dall’amministrazione. sulla stessa lunghezza d’onda i Consiglieri Comunali Raffaele Onnis e Giorgio Angius, i quali prendono le distanze da scelte scellerate come questa, che portano la città verso una progressiva desertificazione degli abitanti e del commercio.

I divieti annessi alle manifestazioni dovrebbero essere pianificati in modo sensibile per incidere il meno possibile sul tessuto urbano. Il danno che le attività produttive subiscono da questi divieti è sicuramente superiore all’indotto che queste ricevono dalla sagra. Su quest’argomento è stata presentata un’interrogazione, volta ad avere i dovuti chiarimenti.

 

Commenta!

diciannove − quattordici =