Con il SUS, invio telematico delle domande di fitto casa 2017/2018 per gli studenti

Gli studenti universitari che frequentano Atenei fuori dall’isola possono presentare la domanda per il contributo fitto casa 2017/2018 anche telematicamente.

di Antonio Tore

La novità è che per la prima volta potranno avvalersi del SUS (Sportello Unico per i Servizi). Il SUS consente l’invio telematico delle informazioni e dei documenti che costituiscono la domanda di richiesta del contributo.
Il servizio on line è stato pensato dunque anche per gli studenti, per velocizzare il relativo iter e consentire di rendere maggiormente efficiente e moderno il procedimento, in un’ottica di orientamento all’utente finale e di innovazione. Lo Sportello Unico dei Servizi rappresenta infatti un importante strumento per raggiungere la semplificazione e la trasparenza amministrativa realizzando un nuovo modo di comunicare, multicanale e omogeneo, fra Pubblica amministrazione e cittadini, imprese, ed enti.

“L’utilizzo dello sportello telematico anche per le richieste di contributo degli studenti è una nuova grande risorsa”, ha detto l’assessore della Pubblica Istruzione Giuseppe Dessena, “perché consente di semplificare diverse operazioni, tagliando tempi e costi, sia per i ragazzi che per la Regione, e soprattutto garantisce una gestione delle operazioni non solo più snella, ma anche più omogenea e all’insegna della totale trasparenza. Anche questo passaggio è un tassello importante per il diritto allo studio”.

Gli studenti universitari interessati possono prendere visione dell’avviso e del manuale utente, che illustrano le modalità per inviare e gestire una domanda di contributo. Tutti i contenuti dell’avviso sono disponibili all’indirizzo: http://www.regione.sardegna.it/j/v/2644?s=1&v=9&c=389&c1=4123&id=65149.
Per accedere allo “Sportello Unico per i Servizi” gli utenti devono accedere alla pagina: http://sus.regione.sardegna.it/sus/ .

Commenta!

18 + venti =