Un arresto a Cagliari per resistenza e ingiurie

Nell’ambito delle operazioni di controllo del territorio,  gli Agenti della Squadra Volante hanno arrestato Giancarmelo Granata, di 47 anni, per i reati di resistenza e ingiurie a Pubblico Ufficiale.

di Antonio Tore

Nella mattinata di ieri il Centro Operativo ha inviato un equipaggio in Via Is Mirrionis, dove era stata segnalata un’aggressione in strada, perpetrata da un uomo a bordo di una mini cooper.

Un equipaggio, giunto immediatamente sul posto, ha notato l’autovettura segnalata ferma nella corsia di marcia, con il motore acceso. I poliziotti si sono avvicinati al mezzo notando un soggetto, identificato poi per Giancarmelo Granata il quale, in evidente stato di ebbrezza alcolica, sosteneva di essere fermo in attesa del passaggio del treno.

Invitato a scendere dal veicolo, lo stesso si è rifiutato insultando e inveendo contro gli Agenti e tentando di sferrare un pugno al volto di un poliziotto (che si era avvicinato per invitarlo a scendere) riuscendo a colpirlo alla spalla.

Convinto a scendere dall’auto, Granata ha continuato a tenere un atteggiamento violento e aggressivo inveendo contro gli operatori, proferendo frasi ingiuriose e tentando di colpirli nuovamente.

Con non poca difficoltà l’uomo è stato messo in sicurezza.

Gli Agenti hanno poi accertato che poco prima un uomo, mentre passeggiava lungo la Via Is Mirrionis, aveva notato l’autovettura Mini Cooper ferma e, credendo che il conducente fosse in difficoltà, si era avvicinato per chiedere se avesse bisogno d’aiuto.

Il conducente, per tutta risposta, era sceso dal mezzo aggredendo l’anziano con calci e pugni, sollevandolo di peso e scaraventandolo sul tettuccio dell’auto per poi continuare a colpirlo.

La vittima era riuscita a liberarsi e a fuggire chiedendo ad un passante di allertare il 113.

Successivamente visitato presso un nosocomio cittadino, l’Agente ha riportato lesioni guaribili in 12 giorni.

 

 

 

Commenta!

quattro × quattro =