Ancora 14 algerini sbarcano in Sardegna: saranno  trasferiti nella penisola con un  mezzo della Guardia di Finanza

Gli Algerini  saranno respinti  con provvedimento  del Questore e trattenuti  presso  un Centro di Permanenza in attesa del  rimpatrio 

 di Antonio Tore

 A seguito dello sbarco di 14  persone  probabilmente  algerine  avvenuto stamattina  nella costa sud occidentale della Sardegna, sono in corso le operazioni di trasferimento degli stessi  i  un Centro di Permanenza per il rimpatrio della penisola.

Il Dipartimento della Pubblica Sicurezza, ha messo a disposizione un aeromobile della Guardia di Finanza per le operazioni, dopo le previste visite mediche, gli adempimenti per il foto-segnalamento e la prima identificazione.

Gli  stranieri sono destinatari di provvedimento di respingimento del Questore e contestuale trattenimento presso  un Centro di Permanenza per il Rimpatrio individuato dalla Direzione Centrale per l’Immigrazione e della Polizia delle Frontiere.

La Questura di Cagliari, con le stesse modalità già poste in essere nella giornata del 29 marzo scorso,  ha curato il trasferimento iniziale e successivamente i 14 sedicenti algerini saranno presi in consegna dalla Polizia di Stato della Regione di destinazione per i successivi accertamenti che, ai fini del successivo rimpatrio, verranno eseguiti a cura delle autorità consolari algerine, secondo uno schema che, fermo restando la disponibilità dei posti presso i suddetti Centri di Permanenza per il Rimpatrio  e le necessarie condizioni logistiche, verrà attuato in vista degli eventuali prossimi “sbarchi diretti”.

Commenta!

dodici + 16 =