Pirri: il Parco di Terramaini tra cura del verde e abbandono del ponte

Il Parco di Terramaini è uno dei polmoni verdi della città ed uno dei più frequentati da persone di tutte le età che passeggiano e corrono lungo i viali. Un vero peccato che il ponte di legno non sia stato ripristinato

di Antonio Tore

Uno dei parchi più belli della città ha il percorso perimetrale  spezzato nel punto in cui il ponte di legno era andato distrutto per un incendio dal 2016.

Poche decine di metri costringono le persone ad utilizzare un’unica entrata ed uscita, con grave rischio, tra l’altro, in caso di situazioni di emergenza per l’incolumità delle persone, che si troverebbero costrette ad utilizzare solo una porta di uscita o correre verso l’altro ponte che, da dietro la piscina, scavalcando il canale, porta alla zona sportiva di Monserrato.

In una recente seduta del Consiglio comunale era stato affermato che il costo di riparazione sarebbe di circa 200.000 euro, che sarebbe stato difficile reperire in tempi brevi.

E’ un vero peccato, perché il Parco, complessivamente risulta bel tenuto: i prati sono rasati regolarmente e senza foglie cadute dagli alberi; i viali sono perfettamente puliti e la manutenzione è continua; tutte le vegetazioni appaiono in buono stato di salute e i colori dei fiori allietano il Parco.

Se proprio si vuole trovare qualche appunto, bisogna evidenziare la scarsità di fontanelle d’acqua e la mancanza di servizi igienici (o, almeno, non visibili ai visitatori).

GUARDATE L’ALBUM FOTOGRAFICO

 

 

Commenta!

dodici − undici =